Firenze celebra il Sommo. Tutti gli eventi del Dantedì

Gli studenti dell’Accademia delle belle arti autori del video ufficiale . La giornata nazionale si celebra ogni 25 marzo: percorsi anche virtuali.

Firenze celebra il Sommo. Tutti gli eventi del Dantedì

L’imponente cenotafio, monumentale tomba vuota di Dante Alighieri, all’interno della basilica. di Santa Croce

L’Accademia di Belle Arti di Firenze è stata scelta dal Ministero dell’università e della ricerca, per comunicare il Dantedì 2024, la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, che si celebra ogni anno il 25 marzo. Da domani, quindi, sarà disponibile sui canali social del Ministero un video che, grazie alle opere di alcuni studenti del biennio di Illustrazione, in meno di un minuto ripercorrerà, con animazioni ed effetti sonori, episodi salienti della "Divina Commedia". Otto in tutto le illustrazioni che compongono il video, frutto del lavoro di ricerca e rielaborazione artistica degli studenti Silvia Franchini (Inferno, canto I), Amir Oliaei Manesh (Inferno, canto X), Anna Capra (Paradiso, canto XXIX), Francesco Defilpo (Inferno, canto XXXII), Maria Lucia Carbone (Paradiso, canto I), Francesca Bruni (Paradiso, canto XXIII), Jia Yining (Purgatorio, canto XIX), Alessia Usai (Paradiso, canto XXX). Il video è stato curato dai docenti Juri Ciani e Alessandro Baldanzi. Domani, poi, nella Sala Ghiberti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze (ore 11), si svolgerà la conferenza "Voi che ‘ntendendo il terzo ciel movete. Dante e l’angelologia del XIII secolo" a cura di Anna Rodolfi, docente di Storia della filosofia medievale presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze.

In città, inoltre, sono previsti tanti altri appuntamenti per ricordare il Sommo Poeta. Il complesso monumentale di Santa Croce, luogo della riconciliazione di Firenze con il suo figlio più illustre, propone una visita per riscoprire la memoria di Dante: l’imponente cenotafio, monumentale tomba vuota, con la statua sul sagrato della basilica sono i simboli della volontà di Firenze di recuperare, dopo secoli, il rapporto con l’autore della "Divina Commedia". Santa Croce, inoltre, è la porta d’ingresso virtuale verso i percorsi danteschi di Firenze e della Toscana attraverso l’App "In Toscana con Dante", un progetto promosso dalla Regione.

All’Accademia della Crusca, invece, domani arriva Gabriele Lavia per un appuntamento rivolto a tutti gli amanti della lingua italiana (partecipazione è gratuita, con prenotazione obbligatoria e fino al’esaurimento dei posti, scrivendo al’indirizzo: [email protected]). A partire dalle 17, dopo i saluti del presidente Paolo D’Achille, l’accademico Rosario Coluccia terrà una lezione in forma di colloquio, dal titolo "Testo e lingua della Commedia". A seguire l’attore darà voce alle parole del poeta con "Una lettura per Dante". Sempre domani (ore 14), infine, Giunti Odeon propone, in versione restaurata, "Dante nella vita e nei tempi suoi", uno dei primi film realizzati sulla vita del Sommo, uscito più di un secolo fa (nel 1922), girato interamente a Firenze.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro