Firenze, 28 ottobre 2020 - «Questo è ciò che gira sui social. Minacce pubbliche e esplicite a un agente della Polizia municipale. Si sono scatenati in questi giorni sui social centinaia di commenti contro gli agenti, accusati di troppa aggressività verso una donna che si rifiutava ripetutamente di indossare la mascherina. Saranno le autorità giudiziarie ad accertare la verità, ma intanto queste aggressioni verbali sui social stanno già sfociando in minacce vere e proprie. Tutto ciò è grave e inaccettabile». Lo ha scritto il sindaco di Firenze Dario Nardella postando delle foto di post su Facebook dove si trovano minacce all'indirizzo di un agente della municipale.

«Da sindaco - ha aggiunto Nardella - conosco la mia città e capisco la rabbia, la frustrazione di tante persone, ma questo non giustifica quanto accaduto: scaricare la rabbia, sotto forma di minacce, di violenza, verso chI lavora ogni giorno per far rispettare le regole è un atto vile e grave. Firenze, città aperta e democratica, non accetta intimidazioni e violenza».