Roma, 26 aprile 2021 - «Il simbolo del Padiglione Italia sarà un 'gemello' del nostro David, non una semplice copia ma il risultato di un lavoro che ha visto insieme all'opera le migliori tecnologie e il sapere artigianale fiorentino e italiano. Expo 2020 è una opportunità unica per la rinascita dell'economia e del turismo dopo un lungo anno di stop mondiale e Firenze è al centro di questa strategia grazie alla scultura più famosa nel mondo».

false

Così il sindaco di Firenze Dario Nardella, che si trova a Dubai insieme all'assessore alla cultura Tommaso Sacchi in missione istituzionale per partecipare alla presentazione del Padiglione Italia in vista di Expo 2020, in programma domani 28 aprile. Oggi si è svolto un incontro con i rappresentanti delle oltre 800 imprese e partner italiani del Padiglione, alla presenza del ministro degli esteri Luigi Di Maio e del commissario generale per Expo Paolo Glisenti. Il sindaco Nardella era l'unico primo cittadino presente. «L'Expo di Dubai, dal titolo 'La bellezza unisce le persone' - ha aggiunto - , vedrà al centro il rilancio dell'Italia in un momento ancora molto difficile come quello che stiamo vivendo nella battaglia contro la pandemia e quale migliore simbolo di questa impresa che non quello del David, icona universale di arte e bellezza senza pari, che vince contro Golia». «Da sindaco di Firenze - ha concluso Nardella - sono orgoglioso di partecipare a questo incontro che anticiperà l'inaugurazione del Padiglione prevista per domani».

image