Doppio ponte di Vallina, avanti tutta. La conferenza dei servizi dà l’ok

Il Mit ha dato ragione ai Comuni, alla Città metropolitana e alla Regione: "Il progetto va bene, si può fare"

Doppio ponte di Vallina, avanti tutta. La conferenza dei servizi dà l’ok

Doppio ponte di Vallina, avanti tutta. La conferenza dei servizi dà l’ok

Via libera al doppio ponte di Vallina. Si è conclusa infatti la Conferenza dei servizi convocata dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per l’approvazione del progetto definitivo: l’esito è positivo. A fronte del parere contrario della Soprintendenza (per il quale la conferenza, in prima istanza convocata in maniera asincrona, era stata poi trasferita in modalità sincrona) il Mit ha dato ragione ai Comuni di Bagno a Ripoli e Fiesole, nonché alla Città metropolitana e alla Regione: il progetto va bene, si può fare. Un sospiro di sollievo per i cittadini che da anni attendono con ansia che venga realizzato il nuovo attraversamento dell’Arno nel punto più stretto del letto del fiume. Collegherà Vallina sul fronte ripolese con Compiobbi su quello di Fiesole. Del doppio ponte (uno per senso di marcia) si parla da decenni: il concorso internazionale risale al 2005. Ha già ottenuto anche i finanziamenti necessari da 55 milioni di euro dalle casse di Anas e Governo. Ci vorranno 31 mesi per realizzarlo dalla consegna dei lavori. Il progetto, che prevede anche tre rotatorie, è stato più volte sospeso da ricorsi (tutti bocciati) e anche il parere contrario della Soprintendenza, arenandosi per mesi e mesi. Eppure è un’opera giudicata strategica per tutto l’asse viario che unisce Firenze con la Valdisieve, il Mugello, il Casentino e il Valdarno: dirotterà il traffico un po’ di qua e un po’ di là dal fiume, togliendo dallo stretto abitato di Vallina il grosso della viabilità, calcolata nei momenti di maggior afflusso in 7500 mezzi l’ora.

Proprio gli abitanti della frazione ripolese pochi giorni fa sono scesi per strada e hanno manifestato chiedendo di ripartire col progetto che renderà la loro zona più vivibile. Ora ci siamo, conferma il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini: "Non ci sono più impedimenti per la realizzazione di questa importante opera, attesa da lungo tempo. Auspichiamo che adesso Anas dia il via ai cantieri quanto prima".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro