Firenze, danni al David per l’incendio del drappo. Al Comune risarcimento da 26mila euro

Pisvejc Vaclav è stato condannato, in abbreviato, a 6 mesi di reclusione

Vaclav Pisvejc e il David "scoperto" dopo l'incendio al drappo
Vaclav Pisvejc e il David "scoperto" dopo l'incendio al drappo

Firenze, 24 novembre 2022 - Era lo scorso marzo quando l’imbrattatore seriale e sedicente artista ceco Pisvejc Vaclav dette fuoco al telo nero che copriva la copia del David in piazza Signoria. Il drappo era stato messo dal sindaco Nardella in segno di solidarietà verso l’Ucraina. Ebbene, il Comune di Firenze “si è costituito parte civile nel processo a carico di Vaclav Pisvejc e ha ottenuto il risarcimento del danno per 26mila euro. Un riconoscimento che va a coprire sia il danno materiale che quello di immagine subito dal Comune a fronte di un atto contro il nostro patrimonio storico e artistico e quindi contro tutta la città Patrimonio mondiale dell’Unesco”. A dirlo è l’assessora all’Avvocatura Titta Meucci in merito alla pronuncia oggi nei confronti di Vaclav Pisvejc per i fatti dell’11 marzo 2022. Pisvejc è stato condannato a sei mesi, 2mila euro di multa e 26mila euro di risarcimento.

Quel giorno l’uomo scavalcò le siepi e mise in atto il suo gesto sconsiderato. Subito intervennero una guardia giurata ed un agente della Municipale. Pisvejc salì alla ribalta delle cronache anche per aver colpito alla testa con un quadro Marina Abramovic nel 2018.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro