Confconsumatori:: "Scattare foto di tutto e realizzare video"

Confconsumatori Toscana offre consigli utili per chi ha subìto danni dovuti agli allagamenti: fotografare e documentare i beni danneggiati, conservare scontrini e certificazioni, richiedere una perizia tecnica e conservare fatture e ricevute fiscali.

Per chi ha subìto danni dovuti agli allagamenti, ecco alcuni consigli utili di Confconsumatori Toscana: prima di buttare e pulire gli oggetti alluvionati (come mobili, elettrodomestici, computer) è opportuno fare delle fotografie o, meglio ancora, realizzare un video mostrando i veri elementi in modo chiaro e dettagliato. Se si comprano o si sono acquistati beni mobili prima dell’uscita del bando di riferimento, occorre conservare gli scontrini fiscali che andranno allegati alle eventuali domande ed è ugualmente necessario fotografare il nuovo arredo acquistato, dopo averlo inserito nell’ambiente.

Le stesse considerazioni valgono anche per le automobili e per i motocicli, per i quali sarà necessario, oltre a un adeguato corredo fotografico e a una stima puntuale dei danni, conservare la certificazione di rottamazione del vecchio veicolo oppure un documento che attesti l’avvenuta vendita di quello danneggiato. Stesso discorso vale anche per le eventuali spese di riparazione del veicolo (conseguenti a danno dovuto all’alluvione). Anche in questa casistica sarà necessario poter produrre adeguata documentazione (foto, fatture).

Per quanto riguarda invece i danni alle murature e agli impianti potrebbe essere necessaria una perizia tecnica redatta da un professionista. Solitamente questa può essere chiesta anche in un secondo momento e in base alle richieste del bando, ma è bene specificarne subito la necessità al professionista in questione.

Nel caso in cui i lavori siano realizzati da ditte, occorre farsi rilasciare e conservare le fatture o ricevute fiscali (meglio a proposito pagare sempre con bonifico bancario, di cui resta traccia), mentre per i lavori fatti in economia occorre tenere le fatture delle spese sostenute per l’acquisto dei materiali necessari.

Li.Cia.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro