I funerali di Donatella Mugnaini e della piccola Alice morte per il crollo di un albero
I funerali di Donatella Mugnaini e della piccola Alice morte per il crollo di un albero

Firenze, 23 settembre 2019 -   Due condanne per omicidio colposo e un'assoluzione sono state chieste dal pm Giuseppe Ledda nella requisitoria del processo per la morte di Alice e Donatella Mugnaini, la bambina di due anni e la zia 51enne morte il 27 giugno 2014 nel parco delle Cascine, a Firenze, travolte dalla caduta improvvisa di un ramo di un albero.

Un anno e dieci mesi di reclusione la richiesta per il tecnico agronomo della cooperativa Ciclat San Marco di Firenze, incaricata di effettuare le verifiche sugli alberi. Un anno e quattro mesi per il coordinatore del servizio verde urbano della stessa cooperativa. Chiesta invece l'assoluzione, con la formula 'per non aver commesso il fattò, per il direttore tecnico del consorzio Ciclat di Bologna a cui fa capo la Coop fiorentina.

Nell'inchiesta era indagato inizialmente anche un dipendente del verde pubblico del comune di Firenze, prosciolto dalle accuse in occasione dell'udienza preliminare dal gup Fabio Frangini, come era stato richiesto anche dal pubblico ministero.