Operazione anticamorra a Firenze (foto Germogli)
Operazione anticamorra a Firenze (foto Germogli)

Firenze, 10 settembre 2021 – Arresti, perquisizioni e sequestri oggi a Firenze e nelle province di Salerno, Prato, Latina, Verona e Potenza nella maxi operazione di polizia e guardia di finanza, diretta dalla Direzione distrettuale antimafia fiorentina e coordinata dalla Direzione nazionale antimafia, guidata dal procuratore capo Giuseppe Creazzo, con al centro la guerra tra clan camorristi. Ecco chi sono gli arrestati.

Sono finiti in carcere i fratelli Michele e Luigi Cuomo, rispettivamente 40 e 39 anni. Il primo, già detenuto a Poggioreale, il secondo titolare della pizzeria di Firenze, 'Pizza Cozze e Babà', davanti al cui ingresso il 22 febbraio scorso esplose, "per avvertimento", un ordigno artigianale. Gli altri provvedimenti, disposti dal gip del tribunale di Firenze, Angelo Antonio Pezzuti, sono ancora di custodia cautelare in carcere e riguardano Domenico Rese, Filippo Boffardi, Gennaro De Prisco, Sabato Mariniello e Luigi D'Auria. Disposta la misura dell'interdizione dall'esercizio della professione per il commercialista di Prato Alessandro Maltinti e per il ragioniere di Nocera Inferiore Saverio D'Antonio.

Disposto anche il sequestro preventivo di conti correnti e somme di denaro. Il gip presso il tribunale dei minorenni di Firenze, Eugenia Di Falco, su richiesta del procuratore capo della locale Procura della Repubblica presso il tribunale dei minorenni, Antonio Sangermano, ha inoltre disposto la misura del collocamento in comunità nei confronti di un minore.

Complessivamente, il gip ha disposto 12 misure cautelari, di cui 7 in carcere, 3 ai domiciliari e 2 provvedimenti di interdizione dall'esercizio di attività.