Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
2 ago 2022

Boboli, i progetti per la rinascita E cinquanta milioni da investire

Presentato il masterplan del parco mediceo e il programma degli interventi da realizzare entro il 2030. Intanto è stato recuperato il Kaffeehaus, la caffetteria granducale con vista sulla città. Apertura a ottobre

2 ago 2022

Quaranta progetti per 33 ettari e 50 milioni di investimenti. Sono i numeri del maxipiano per il Giardino di Boboli, da realizzare entro il 2030, per restituire ai turisti ma soprattutto ai fiorentini il polmone verde nel cuore della città. Popolato di statue, ornato di grotte e di imponenti fontane, il parco fu voluto nel Cinquecento dalla Duchessa Eleonora di Toledo. L’imponente programma di interventi presentato ieri, da attuare a step nei prossimi otto anni, renderà Boboli ancora più bello, accessibile e sostenibile sotto il profilo ambientale. I progetti prevedono infatti valorizzazione del patrimonio architettonico del Giardino, il restauro e il ripristino di sculture e fontane, l’apertura di nuovi spazi, l’ottimizzazione delle risorse idriche, un nuovo sistema di illuminazione e videosorveglianza. Intanto si è cominciato col recupero di un piccolo gioiello, ossia del Kaffeehaus, la caffetteria granducale con vista sulla città che, dopo anni di chiusura, riaprirà a ottobre, attrezzata con bancone, tavoli all’interno e all’esterno, servizi igienici, e sarà dotata di un ampio giardino e di una terrazza panoramica affacciata sul panorama mozzafiato di Firenze. "Boboli 2030 non è una lista di buone intenzioni - ha detto il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt . È un impegno concreto. La prospettiva non è solo riportare Boboli alle glorie dei tempi dei Medici e dei Lorena, ma andare oltre, rendendolo il miglior museo all’aperto al mondo". Tra gli altri interventi appena conclusi o in via di conclusione c’è il restauro della Fontana delle Scimmie, la ristrutturazione della prima parte del Giardino dei Principini, ma anche l’installazione di una nuova segnaletica e di un impianto di video sorveglianza. Lavori conclusi anche per il Giardino della Camelie che ha visto, oltre al consolidamento strutturale delle murature, il restauro delle sculture e dei dipinti murali, ma anche la realizzazione di un nuovo impianto di irrigazione per il ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?