Ampliamento International School of Florence. Pignotti: "Se sindaco, cambio il progetto"

Il candidato Pd e centrosinistra contrario all'attuale prospettiva di un nuovo edificio di 12 mila metri quadri della scuola internazionale a Bagno a Ripoli. "Non è compatibile con l'idea di sviluppo del territorio"

L'area di Rimezzano dove è previsto l'ampliamento della scuola internazionale

L'area di Rimezzano dove è previsto l'ampliamento della scuola internazionale

Bagno a Ripoli (Firenze), 1 maggio 2024 - “L’ampliamento della International School of Florence nella valle di Rimezzano, così come previsto, non è compatibile con l’idea di sviluppo del nostro territorio che vogliamo portare avanti nei prossimi 5 anni. Se sarò sindaco, lavoreremo ad un’alternativa che riduca il consumo di suolo, a vantaggio del recupero di edifici inutilizzati”. L’aspirante primo cittadino per la coalizione di centrosinistra Francesco Pignotti anticipa ciò che dirà il 9 maggio al Crc di Antella all’incontro tra candidati sindaco organizzato dal comitato spontaneo che vuole fermare il progetto di ampliamento del plesso scolastico sulla Valle di Rimezzano. Il progetto prevede l’ “ampliamento funzionale” con la costruzione di un edificio di 12.000 metri quadri di cui 2.500 di posteggi interrati su due piani più un parcheggio sul versante nord della collina. Così la scuola riunirebbe nello stesso luogo le sue tre attuali sedi, portando su via del Carota (una strada molto stretta) un bacino di 800 studenti rispetto agli attuali 220. Una soluzione che secondo il comitato è inadatta a una valle bella e fragile. Per bloccare il progetto, si sono rivolti anche al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Lamentano anche la mancanza di un piano sulla viabilità, dell’esame dell’impatto acustico e l’eventuale rischio idrogeologico.

Il progetto è stato approvato dal Comune di Bagno a Ripoli (dove Pignotti è attualmente assessore ai lavori pubblici) nel luglio scorso, ma lui si dice contrario. Se sarà sindaco, promette, non si farà, almeno in questi termini. “Ho già comunicato questa decisione al board della scuola, con il quale auspico piena collaborazione per una soluzione alternativa”. Non vuole precludere la potenzialità di sviluppo dell’ISF “che riteniamo un’eccellenza, ma occorre trovare qualcosa di compatibile con la nostra idea di sviluppo del territorio”. All’incontro del 9 maggio alle 21 parteciperanno anche gli altri candidati: Michele Barbarossa (centrodestra), Francesca Cellini (Bagno a Ripoli futura) e Sonia Redini (Cittadinanza Attiva). Invitati anche l’attuale sindaco Francesco Casini e il vicesindaco Paolo Frezzi.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro