Alta velocità, Giani rassicura: "La talpa ha scavato 700 metri. Il punto critico è ormai superato"

Il governatore risponde all’interrogazione del M5S: "Le condizioni di sicurezza sono state rispettate. In caso di danni alle abitazioni i residenti devono segnalare tutto a Rfi per avere rimborsi" .

Alta velocità, Giani rassicura: "La talpa ha scavato 700 metri. Il punto critico è ormai superato"

Il sopralluogo del governatore Eugenio Giani al cantiere della stazione Belfiore che ospiterà l’Alta velocità

Il punto critico del tunnel che si sta scavando la tana nella pancia di Firenze è stato superato. A certificarlo è il presidente della Regione, Eugenio Giani che, ieri, ha risposto a un’interrogazione del Movimento 5 Stelle sui danni collaterali del tunnel alta velocità. "Sono stati superati – spiega Giani – i 700 metri di scavo da parte della talpa Iris, che è sostanzialmente quasi sotto via don Minzoni, e quindi ha superato il punto più critico. Non ha dato fastidio, non generando nemmeno quello spostamento di 5 millimetri che era il margine di tolleranza, pur passando 3 metri sotto. È l’espressione della validità, dell’importanza e del successo di questa iniziativa che la Regione Toscana ha sviluppato nel contratto di programma con Fs". Una conferma, secondo il governatore, della bontà dell’opera.

"Quello che è accaduto finora ci fa vedere che tutte le condizioni di sicurezza sono state messe in atto e conseguentemente l’escavatrice sta procedendo con grande regolarità". Poi l’avviso ai residenti: "Se c’è qualche danno alle abitazioni, come è stato fatto presente ai residenti nelle riunioni che si sono fatte, esiste una procedura per segnalarlo a Rfi. Se sarà riconosciuto che il passaggio della talpa ha causato dei danni, questi saranno assolutamente rimborsati, perché questo è previsto dal contratto e dagli accordi".

Quel che entusiasma il presidente Giani è anche la prospettiva di spostare il baricentro della città di Firenze, una volta completati il passante e la stazione Belfiore. Sotto questa ottica si rivolge direttamente ai critici storici del progetto: "I comitati anti-Tav svolgano la loro funzione - avverte il governatore - siamo pronti a rispondere a ogni loro considerazione, ma la sfida del Sì Tav si sta sviluppando con tutte le caratteristiche di una grande sfida di modernizzazione infrastrutturale".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro