Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
18 giu 2022

Allerta Pesa, il fiume è in secca "Usate altra acqua per la piscina"

L’appello delle istituzioni "C’è una legge che vieta di gravare sull’acquedotto. Chiamate le ditte apposite"

18 giu 2022
Nei giorni scorsi anche gli studenti si sono mobilitati in difesa della Pesa
Nei giorni scorsi anche gli studenti si sono mobilitati in difesa della Pesa
Nei giorni scorsi anche gli studenti si sono mobilitati in difesa della Pesa
Nei giorni scorsi anche gli studenti si sono mobilitati in difesa della Pesa
Nei giorni scorsi anche gli studenti si sono mobilitati in difesa della Pesa
Nei giorni scorsi anche gli studenti si sono mobilitati in difesa della Pesa

Non riempite le vostre piscine, anche quelle fuoritterra di piccole dimensioni, con l’acqua del rubinetto, perché in questo modo si fa un danno alla Pesa. L’appello arriva direttamente dall’assessore Lorenzo Nesi, che attraverso un post sul gruppo social che monitora e tutela il fiume si rivolge ai suoi concittadini. "Ogni anno vengono tolti al torrente circa 6 milioni di metri cubi di acqua per le nostre necessità idropotabili. Poco importa – scrive – se in gran parte vengono captate dal subalveo o dalla falda attraverso i pozzi perché oramai è accertato che in gran parte del bacino risorsa sotterranea e superficiale sono collegate: togli di sotto, sparisce di sopra".

Sì, usare l’acqua del rubinetto per riempire la piscina toglie risorse alla Pesa e questo al momento non è sostenibile. La salvaguardia del fiume passa anche per i piccoli gesti e quello di riempire adeguatamente la piscina è uno di questi, anche perché esiste una norma specifica che disciplina l’approvvigionamento delle acque per questo tipo di strutture. Per riempirle deve essere infatti usata acqua di pozzi privati autorizzati oppure acquistata appositamente anche dal gestore stesso. "Avere una piscinetta fuori terra – scrive infine l’assessore Nesi – comporta tutta una serie di obblighi e costi aggiuntivi: quando la acquisti, pensaci".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?