Alle spalle dell’ex padiglione di anatomia patologica di Careggi un nuovo plesso didattico

La delibera approvata dalla giunta comunale. Edificio innovativo e sostenibile

Careggi (foto Ansa)

Careggi (foto Ansa)

Firenze, 4 aprile 2024 - Dietro all'ex padiglione di anatomia patologica all’interno del complesso ospedaliero universitario di Careggi sorgerà un edificio moderno e sostenibile che ospiterà un nuovo plesso didattico dell’Università di Firenze. È quanto prevede una delibera di urbanistica approvata dalla giunta comunale che ora passerà al vaglio del consiglio comunale.

“Continua la modernizzazione e trasformazione del complesso di Careggi - sottolinea il sindaco Dario Nardella - che adesso vedrà un’ampia area non più utilizzata trasformata in nuovo aule di studio per l’Università così da arricchire ulteriormente spazi e servizi a favore degli studenti”. “La realizzazione del nuovo edificio consentirà di ampliare la disponibilità di aule didattiche – afferma la rettrice dell’Università di Firenze Alessandra Petrucci - a beneficio di studentesse e studenti di diversi corsi di studio dell'Ateneo in grado di consentire al meglio l'uso dell'innovazione tecnologica a supporto della didattica. Spero che questo intervento edilizio sia un primo passo per la valorizzazione di un’area di grande importanza, anche storica, per la presenza dell’Università nella nostra città”.

L’ex padiglione di anatomia patologica si trova precisamente nella porzione ovest del complesso di Careggi tra il torrente Terzolle, che lo divide fisicamente dagli altri padiglioni, e via delle Gore. L’intervento prevede la demolizione della sua parte tergale, porzione di minor valore architettonico e disomogenea rispetto all’impianto originale, e la nuova costruzione di un edificio unitario e compatto. Il nuovo plesso didattico (complessivamente 8.129 mq distribuiti su quattro livelli), si configura come un ‘Poliaule’, quindi funzionale ad accogliere studenti di diversi corsi di studio, oggi dislocati in varie sedi, è stato progettato per garantire elevati standard di sostenibilità in termini ambientali ed energetici, impiegando materiali altamente performanti e dotazioni impiantistiche che si avvalgono anche di energie rinnovabili come un impianto fotovoltaico di basso impatto ambientale e di elevata produttività.

L’edificio si svilupperà su quattro piani fuori terra: un piano terra, dove si trovano le aule più grandi, due auditorium da 326 posti, un bar interno, e tre piani superiori con 16 aule, per un totale di 2.248 posti in aula, oltre 208 posti nelle sale per l’attività per lo studio individuale, e che saranno anche a disposizione dei docenti per le attività di colloquio con l’utenza studentesca, per complessivi 3.108 posti. Per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo del nuovo edificio universitario verrà utilizzata la rete di vapore già presente all’interno dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi, proveniente dall’impianto di trigenerazione alimentato a gas naturale dell’ospedale. La nuova area di parcheggio a servizio del nuovo plesso didattico avrà 100 posti auto di cui 5 per persone disabili, oltre a posti moto e biciclette e sarà dotata di alcune pensiline con fotovoltaico posato sulla copertura dei posti auto e pavimentazioni di tipo drenante. Il filare di alberature perimetrale verrà mantenuto, mentre è previsto lo spostamento di alcune specie arboree in aree limitrofe per fare posto al nuovo parcheggio.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro