A Firenze tornano i presepi nelle vetrine delle attività commerciali

L'iniziativa, nata nel vicariato di San Giovanni, all'interno del cammino sinodale della diocesi di Firenze, è giunta quest'anno alla sesta edizione

I presepi nelle attività commerciali

I presepi nelle attività commerciali

Firenze, 1 dicembre 2023 - A Firenze tornano i presepi nelle vetrine delle attività commerciali. L'iniziativa, nata nel vicariato di San Giovanni, all'interno del cammino sinodale della diocesi di Firenze, è giunta quest'anno alla sesta edizione. 'Metti un presepe in vetrina' parte domani, sabato 2 dicembre nel centro storico, con un piccola equipe di animatrici che in incontrerà i negozianti portando gli auguri di Natale con un biglietto preparato per l’occasione e proporrà di allestire un presepe, segno di pace e di speranza, nella propria vetrina. Il progetto si articola in più modalità: il commerciante può esporre un proprio presepe oppure riceverne uno in prestito, gratuitamente, realizzato da vari artigiani. In alternativa si offre un'immagine che raffigura le varie natività di arte rinascimentale presenti nei nostri musei. "Il 2023 - ha ricordato l'assessora alla confessioni religiose Maria Federica Giuliani - è un anno che assume un particolare significato perché ricorrono gli 800 anni dalla creazione di San Francesco d'Assisi del primo presepe a Greccio. Il presepe è uno dei soggetti più cari alla nostra cultura e tradizione, esaltato dai grandi artisti di ogni tempo. Questa iniziativa ha il merito di trasformare il momento intimo e personale della realizzazione della natività in momento pubblico, condiviso da tutti". “Nell’ottavo centenario del presepe di Greccio – spiega il frate guardiano di Santa Croce padre Giancarlo – i frati di Santa Croce e l’associazione dei Presepi di Firenze hanno pensato di ricordare questo importante anniversario per rivivere in qualche modo la suggestione che si verificò a Greggio nella notte Santa di Natale. Il presepio di San Francesco non è fatto di statuine ma è ma la celebrazione della messa sopra la mangiatoia vuota che viene riempita dalla parola del Vangelo che Francesco canta e dal pane consacrato. Testimoni di questa notte fantastica sono i frati e la povera gente di Greccio. San Francesco, stando alle parole del biografo Fra' Tommaso da Celano, nella vita prima, disse ‘Io voglio vedere con gli occhi e il corpo la povertà di Betlemme e come il bambino fu adagiato nella mangiatoia’” Le vetrine che avranno il presepe, se lo desiderano, verranno fotografate e gli scatti postati online sia sulla rivista Toscana Oggi che sui social. Al termine del progetto verrà offerta ai negozianti e ai loro familiari una visita guidata dal guardiano padre Giancarlo Corsini nella basilica di Santa Croce. E proprio a Santa Croce sabato 8 dicembre su tutti gli altari della Basilica artigiani fiorentini fino al 6 gennaio. L’iniziativa si avvale del contributo della Regione Toscana e anche dell’aiuto di  Confesercenti: “Abbiamo raccolto con grande soddisfazione l' invito che ci ha fatto l'amministrazione comunale di Firenze per diffondere presso le attività commerciali della città l' opportunità di allestire il presepe nelle vetrine dello shopping natalizio – ha dichiarato Santino Cannamela, presidente Confesercenti Città di Firenze - Molti operatori già lo facevano magari all’interno della loro attività, con questa iniziativa la diffusione sarà ancora più estesa e le festività natalizie in città ancora più cariche di significato". Dal oggi dicembre al 16 gennaio, infine, mostra all’interno del percorso museale di Palazzo Medici Riccardo una terracotta invetriata proveniente dalla sagrestia antica del convento di San Francesco di Fiesole.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro