Firenze, Legacoop Toscana festeggia i 50 anni con una festa in piazza

Dal 23 al 25 maggio in piazza SS. Annunziata incontri, degustazioni, laboratori e presentazioni

Irene Mangani

Irene Mangani

Firenze, 16 maggio 2024. Legacoop Toscana compie 50 anni e festeggia a Firenze con un evento di tre giorni a ingresso gratuito, dal titolo “La cooperazione in Festa”. L’appuntamento è in Piazza SS. Annunziata da giovedì 23 a sabato 25 maggio. In programma ci sono incontri, degustazioni delle eccellenze del territorio, laboratori, presentazioni di libri, un concerto e la mostra “Cooperazione, un’idea di società” presso il Museo degli Innocenti. In piazza anche due punti ristoro: il bar Coop.fi e il foodtruck “Tuttibuoni”. Tra gli ospiti attesi, il segretario generale della CGIL Maurizio Landini, Walter Veltroni, il presidente di Legacoop nazionale Simone Gamberini, Padre Bernardo Gianni, Abate di San Miniato al Monte e Pier Virgilio Dastoli, presidente Movimento Europeo Italiano. Nata nel 1974, Legacoop Toscana conta oggi oltre 700 cooperative associate e 2 milioni di soci. Svolge attività di assistenza, rappresentanza e tutela delle imprese cooperative, promuove la cultura e i valori cooperativi tra i giovani e supporta le comunità e i territori in cui le cooperative operano.“Quello dei cinquant’anni è un traguardo importante che abbiamo voluto festeggiare con un evento aperto alla cittadinanza – afferma il presidente di Legacoop Toscana Roberto Negrini – Il movimento cooperativo toscano ha alle spalle una lunga storia che parte dal secolo scorso e i principi che hanno guidato i primi cooperatori della storia ci ispirano ancora oggi nella nostra azione quotidiana. Al tempo stesso, nel corso degli anni ci siamo rinnovati per stare al passo con i cambiamenti della società e continuiamo a farlo ogni giorno”. “Vogliamo rendere questo ‘compleanno’ un’occasione di condivisione con le persone, per far conoscere a tutti, ancora di più, che cosa sono e cosa fanno le cooperative ma soprattutto perché – sottolinea la vicepresidente vicaria di Legacoop Toscana Irene Mangani -: in particolare vogliamo stabilire un contatto con i giovani per proporre e supportare nuovi modi di fare cooperazione da parte delle nuove generazioni”. Gli incontri. Il 23 maggio alle ore 17 sul palco centrale si parlerà di “Legalità e lavoro” in un incontro moderato da Roberto Negrini, a cui interverranno Maurizio Landini, segretario generale della CGIL, Simone Gamberini, presidente di Legacoop nazionale, Dario Nardella, sindaco di Firenze, Riccardo Nencini, presidente Cooplat e Assunta Astorino, responsabile Dipartimento Welfare Legacoop Toscana. Il 24 maggio alle ore 10 più di 250 studenti toscani incontreranno la cooperazione nell’iniziativa “Finché un giorno” in cui sarà presentato l’omonimo libro edito dalla casa editrice fiorentina Librì Progetti Educativi scritto da Lia Celi e illustrato da Luciano Schiavon, che raccoglie otto storie di cooperative che hanno portato un cambiamento alla società. Interverranno Daniela Mori (Unicoop Firenze), Marta Landi (Agriambiente Mugello), Fabio Rossi (Teatro povero di Monticchiello), Simone di Giulio (Robin Food). Nel pomeriggio, alle ore 16 spazio a “Preparare il futuro”, dialogo su Europa, ambiente e pace con Pier Virgilio Dastoli, presidente del Movimento Europeo italiano, Irene Ghaleb, vicepresidente Change for planet e Padre Bernardo Gianni, abate di San Miniato al Monte. La sera del 24 maggio, alle ore 21 sarà ospite Walter Veltroni, con il suo libro “La Condanna”. La mostra fotografica “Cooperazione, un’idea di società” sarà inaugurata il 23 maggio alle ore 16 al Museo degli Innocenti, alla presenza del Presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo e dell’Assessore al bilancio e alle attività produttive del Comune di Firenze Giovanni Bettarini. L’esposizione, che proseguirà fino al 2 giugno, ripercorre attraverso foto storiche, documenti originali, riviste, manifesti, le principali tappe che hanno segnato la storia del movimento cooperativo toscano dalle origini ai giorni nostri: la prima diffusione delle idee dei “pionieri” di Rochdale – i lavoratori di uno stabilimento tessile che nel 1844 fondarono in Inghilterra la prima cooperativa della storia -, la Seconda guerra mondiale, la rinascita e il boom economico, l’alluvione, gli anni ’70, fino ad arrivare alla pandemia e alla crisi economica degli ultimi anni.  Degustazioni di prodotti delle cooperative agricole toscane (su prenotazione). Olio, vino, bruschette, pasta, formaggi, frutta, gelato, vin santo e cantucci: nel corso della manifestazione le cooperative agricole toscane metteranno in mostra le eccellenze del territorio, proponendo presso il proprio stand una serie di degustazioni gratuite. Sarà una vera e propria mostra mercato in cui si potranno anche acquistare alcuni prodotti. Sono previste anche due Masterclass, una sull’olio toscano IGP (24 maggio, ore 10) e una sul vino Selvanella Chianti Classico (24 maggio, ore 19.30).  Spazio bambini e ragazzi (su prenotazione). In programma nei tre giorni una serie di laboratori per bambini e ragazzi di tutte le età, dal nido e scuola dell’infanzia alla scuola primaria e secondaria. I laboratori saranno incentrati su vari temi, dalla sostenibilità ambientale ai giochi cooperativi, fino all’educativa di strada per i giovani.  Spazio libreria. Ci sarà la possibilità di acquistare libri presso lo spazio libreria, gestito dalla Libreria cooperativa Rinascita di Empoli. Qui si svolgeranno incontri per educatori e insegnanti: si parlerà ad esempio della metodologia per fare didattica inclusiva nella scuola primaria e secondaria di primo grado e dei percorsi di educazione civica nella scuola primaria. In programma anche due presentazioni di libri: il 23 maggio alle ore 18.30 Ilaria Rossetti presenta “La fabbrica delle ragazze”, il 24 maggio alle ore 17 Lucia Mostardini presenterà “Il Chebicchè”. Musica. Il 23 maggio alle 21.30 concerto di T-Bone & the Hollywood Party. Maurizio Costanzo