Vecino festeggiato dopo il gol del pareggio a Cagliari
Vecino festeggiato dopo il gol del pareggio a Cagliari

Cagliari, 14 marzo 2015 - L'Empoli prosegue la propria serie di risultati positivi trovando un insperato pari, in uno scontro salvezza che può essere tappa decisiva per gli azzurri.

A Cagliari, però soprattutto nel primo tempo, si sono visti molto di più i padroni di casa e questo è forse un motivo ancor più grande per considerare prezioso più dell'oro il gol di Vecino, centrocampista uruguaiano di proprietà della Viola. La rete di Joao Pedro nel primo tempo viene legittimata da altre ghiotte occasioni, in primis due pali colpiti dagli uomini di Zeman, il primo del solito Joao Pedro al 26', il secondo di M'Poku a Sepe battuto al 33'. Questo in un primo tempo dove la pericolosità è solo di marca sarda in cui Sepe, certamente non impeccabile sul gol dell'attaccante brasiliano, ha però il merito di opporsi al tiro sporco di Crisetig che stava entrando dalla parte opposta rispetto al suo intervento.

E gli azzurri? Davvero poco. Nei primi 45 minuti solo Maccarone crea un pericolo al Cagliari con un tiro strozzato e parato senza troppi problemi dall'ex Udinese Brkic. La formazione toscana è senza dubbio rimaneggiata con Signorelli schierato titolare al posto dello squalificato Valdifiori e con Barba titolare al posto dell'acciaccato Tonelli, ma questa non può essere la giustificazione di una partita giocata sempre con il freno a mano tirato. L'incapacità di reazione dell'Empoli appare evidente, l'unico squillo degli uomini di Sarri pare essere solo il tiro di Rugani che tira da dentro l'area rossoblù trovando sulla propria strada un provvidenziale Diakite. Appare tutto troppo facile insomma per il Cagliari che, pare uno scherzo, non rischia niente nemmeno nel finale, quando a Joao Pedro e compagni non passa più nemmeno dall'anticamera del cervello l'idea di attaccare, non hanno voglia di scoprirsi per veder rovinare una vittoria che sembrava concretizzarsi minuto dopo minuto. Ma proprio nel corso dell'ultimo minuto di recupero la serata così arida per gli empolesi, regala improvvisamente una fonte ricca di acqua fresca agli azzurri quando al 93' spaccato Mario Rui crossa dalla sinistra e Vecino batte Brkic per il definitivo 1-1. Risultato meraviglioso in una serata che stava vestendo i panni dell'incubo.

Rivedi la diretta testuale della partita e qui sotto rivivi la diretta twitter