Giro delle Fiandre, Alberto  Bettiol (Ansa)
Giro delle Fiandre, Alberto Bettiol (Ansa)

Castelfiorentino (Firenze), 7 aprile 2019 - Castelfiorentino è in festa per la vittoria di un suo figlio nel ciclismo. Il Giro delle Fiandre 2019 è di Alberto Bettiol, 26 anni. Talento puro delle due ruote che aveva già mostrato una grande forma in questa stagione con piazzamenti importanti. L'Italia dunque torna a gioire in Belgio, in una delle classiche più importanti, più conosciute nel mondo. L'anno scorso Bettiol era caduto al Fiandre e aveva dovuto dire addio al sogno.

Quest'anno non ha mancato l'appuntamento con la vittoria. Travolgente l'azione del portacolori della Education First negli ultimi chilometri. Ha potuto tagliare il traguardo di Oudenaarde a braccia alzate mettendo in riga campioni del calibro di Valverde e Sagan. Splendide le immagini di Bettiol al telefono con i suoi cari subito dopo la vittoria. La sua fuga finale è durata 14 km. "Non ci credo ancora, sono stati i 14 km più lunghi della mia vita", ha detto Bettiol in lacrime al traguardo. 

E davvero lo stesso Bettiol stenta a credere a quello che ha fatto. Il Giro delle Fiandre, chiamato a livello internazionale Flanders Classic, è la seconda classica Monumento di questa stagione dopo la Milano-Sanremo. Quella vinta da Bettiol è l'edizione numero 104 della corsa. Sono stati 267 i chilometri, con partenza da Anversa

Da 12 anni non c'era una vittoria italiana al Giro delle Fiandre.