L’amministrazione comunale di Vinci ha ritenuto opportuno ricorrere a misure di sostegno per le famiglie e in particolare ridurre di una quota forfettaria la tariffa per il servizio del trasporto scolastico rapportata al periodo intercorrente tra il 16 novembre al 4 dicembre. Un periodo, nella parte...

L’amministrazione comunale di Vinci ha ritenuto opportuno ricorrere a misure di sostegno per le famiglie e in particolare ridurre di una quota forfettaria la tariffa per il servizio del trasporto scolastico rapportata al periodo intercorrente tra il 16 novembre al 4 dicembre.

Un periodo, nella parte finale dell’anno da poco concluso, in cui tale servizio non è stato svolto per la sospensione dell’attività didattica delle classi seconda e terze delle scuole secondarie di primo grado.

La scelta va nella direzione di dare una mano alle famiglie inevitabilmente alle prese, in alcuni casi, con una difficile situazione economica a causa dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus. Per questa ragione, nei giorni scorsi, l’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Torchia ha deciso di approvare la riduzione di una quota forfettaria della tariffa del servizio di trasporto scolastico destinato agli alunni delle classi seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado, rapportata al periodo intercorrente tra il 16 novembre al 4 dicembre 2020, in cui tale servizio non è stato svolto per la sospensione dell’attività didattica.

L’ente, come spiegato nel documento pubblicato all’albo pretorio del Comune e consultabile anche online sul sito internet comune.vinci.fi.it, ha inoltre stabilito di dare atto che le misure in questione per il periodo dal 16 novembre al 4 dicembre 2020 comporteranno una minore entrata pari al 5,88 per cento per il servizio di trasporto limitatamente alla fascia di età in questione.