Prenotazioni: come fare?. Ecco dove chiedere aiuto

Attivati nei circoli Arci cinque sportelli di prossimità per fornire supporto

Prenotazioni: come fare?. Ecco dove chiedere aiuto

Chiara Salvadori

EMPOLESE VALDELSA

Cinque sportelli di prossimità sul territorio dell’Empolese Valdelsa e del Valdarno per aiutare a utilizzare i dispositivi digitali per effettuare iscrizioni, prenotazioni e accessi ai servizi di vario genere, da quelli socio sanitari agli uffici comunali, dalle misure di sostegno (bonus e sussidi, pratiche per il soggiorno) alle attività per il supporto alla vita quotidiana di cittadini e famiglie. Con l’avvio del progetto "WEL.COM. Welfare di Comunità", finanziato dalla Regione Toscana all’interno del bando Welfare 2023, i circoli Arci hanno dato disponibilità ad ospitare il potenziamento di questo servizio di supporto. Ecco gli sportelli aperti nei seguenti giorni e orari: Circolo Arci Bastione in via Verdi, 18-20, a Castelfiorentino, il mercoledì 14-17; Circolo Arci Pagnana in via Motta, 274 a Empoli, il giovedì 9.30-11.30; Circolo Arci Lazzeretto in via 2 settembre, 167 Lazzeretto di Cerreto Guidi, il mercoledì 16-18; Associazione Medicea in via 2 settembre, 58 sempre a Lazzeretto di Cerreto Guidi, il lunedì 10-12; Associazione La Ruzzola in via 25 aprile a San Romano, il mercoledì 10-13. Per tutte le info: Arci Empolese Valdelsa in via Magolo, 29 a Empoli, tel. 0571 1656543. "Grazie alla collaborazione con il Servizio di segretariato sociale e il servizio sociale territoriale della Società della salute Empolese Valdelsa Valdarno, è stato portato avanti un percorso di riflessione collettiva e di condivisione di

metodi e strumenti volto al consolidamento degli sportelli di prossimità nati nel corso del 2023", spiega la

Chiara Salvadori presidente di Arci Empolese Valdelsa.

Questi sportelli rispondono al bisogno di garantire ai cittadini supporto nella risoluzione di problemi, dalla compilazione e gestione di pratiche cartacee e/o digitali alla possibilità di orientamento e di offrire

materiale informativo relativamente ai servizi del territorio. Nel percorso che ha portato alla nascita degli sportelli di prossimità, tutti i soggetti coinvolti sono chiamati

ad avere un ruolo centrale nell’intercettare il bisogno del cittadino prima che diventi di complessità tale da essere difficilmente affrontabile, al fine di provare a prevenire la fase emergenziale e garantire un accesso appropriato ai servizi.

"È quindi un importante progetto integrato in cui si è scelto di unire le potenzialità di ciascuno, consolidando il filo che si è creato tra i servizi e gli sportelli", aggiunge Denise Gagliardi, responsabile del

servizio di segretariato sociale e accesso alla Sds Empolese Valdelsa Valdarno.