Maggiore sicurezza . Nuove telecamere in zona stazione: "Contrasto al degrado"

In arrivo cinque dispositivi vicino all’ex parcheggio multipiano. Serviranno per la videosorveglianza ma anche per leggere le targhe. L’obiettivo? Rendere la zona più vivibile per residenti e pendolari. .

Maggiore sicurezza . Nuove telecamere in zona stazione: "Contrasto al degrado"
Maggiore sicurezza . Nuove telecamere in zona stazione: "Contrasto al degrado"

EMPOLI

Conclusa la demolizione della struttura sopraelevata del parcheggio multipiano in via XI Febbraio, adesso può partire l’intervento per contrastare tutte quelle situazioni di degrado che generano insicurezza in chi vive la zona della stazione. Sono state aggiudicate, per un importo di poco superiore ai 20mila euro, la fornitura e l’installazione della videosorveglianza in via XI Febbraio. Questa azione, spiega l’amministrazione comunale, rientra in un percorso di riqualificazione della zona, avviato anche raccogliendo richieste e segnalazioni da parte della stessa cittadinanza. La rimozione della struttura multipiano garantisce una maggiore visibilità dell’area di sosta dall’esterno e quindi un maggior controllo dell’area. Va in questa direzione anche la scelta di realizzare un intervento di street art vicino all’ingresso del parcheggio, un’opera che ha visto la firma dell’artista Muz e la collaborazione degli studenti del liceo artistico Virgilio di Empoli all’interno del progetto “Empoli. Oltre i muri”, cofinanziato per circa 10mila euro con il contributo del Consiglio regionale della Toscana. In questo contesto di riqualificazione e contrasto del degrado e della criminalità, si inserisce anche la volontà di dotare la zona esterna al parcheggio di nuove telecamere di videosorveglianza.

Entrando nel dettaglio, le nuove telecamere saranno collocate da viale Palestro, nella zona dove si trovano gli ingressi dei due parcheggi gestiti da RFI, fino alla zona di via XI Febbraio dove si trova l’area giochi confinante con l’ex parcheggio multipiano. Un parco giochi dove, nei mesi scorsi, è stata realizzata anche l’illuminazione pubblica. In totale saranno cinque le nuove telecamere installate, delle quali una per la lettura targhe e quattro di videosorveglianza urbana. Questi lavori rappresentano un nuovo sviluppo del sistema di videosorveglianza cittadina, tema sul quale negli anni la giunta comunale ha investito con costanza: la rete oggi conta ben 175 dispositivi.

"Siamo convinti che la videosorveglianza abbia un’importante funzione di deterrente ma anche di aiuto a eventuali indagini da parte delle forze dell’ordine e della polizia municipale - sottolinea il sindaco Brenda Barnini - Per questo, in un’ottica di riqualificazione e di interventi mirati al contrasto del degrado e della criminalità nell’area della stazione ferroviaria, fra i principali scali regionali per flusso di viaggiatori, abbiamo scelto di investire anche sulla videosorveglianza. La nostra amministrazione è impegnata in una costante opera di ampliamento e potenziamento dell’impianto che monitora il centro, insieme alle telecamere che monitorano zone sensibili della città come scuole e parchi o i cimiteri o ancora le telecamere di ‘lettura targhe’ sistemate alle porte di accesso della città per chi arriva dai comuni limitrofi o dalla strada di grande comunicazione Firenze - Pisa - Livorno. Anche di recente – aggiunge Barnini – la videosorveglianza urbana è stata preziosa perché le forze dell’ordine riuscissero a individuare il responsabile di atti vandalici nel centro storico. In questo caso – conclude il sindaco – l’auspicio è che questo investimento, insieme alla demolizione del parcheggio a due piani e agli interventi culturali come il progetto Hugo o la street art, contribuisca a rendere la zona di via XI Febbraio più vivibile per i residenti e i pendolari".