Il sindaco Giuseppe Torchia con Roberta Barsanti e Paolo Santini
Il sindaco Giuseppe Torchia con Roberta Barsanti e Paolo Santini

Vinci, 10 aprile 2019 -  A partire da sabato 13 fino a lunedì 15 aprile, Vinci e il ‘suo’ Leonardo saranno più che mai protagonisti su un palcoscenico fatto di approfondimento, cinema, con la prima nazionale di ‘Essere Leonardo da Vinci’ di Massimiliano Finazzer Flory, e arte. Un palcoscenico sul quale sarà ospite il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Lo sanno bene il sindaco Giuseppe Torchia, l’assessore Paolo Santini e la direttrice del Museo e della Biblioteca leonardiani Roberta Barsanti che annunciano come «l’orario del museo dal 16 aprile per sei settimane sarà ampliato: dalle 9 chiuderà alle 23 per evadere il gran numero di prenotazioni da parte di coloro che vogliono visitare la mostra ‘Leonardo a Vinci. Alle origini del Genio’".

Pezzo forte il Paesaggio, disegno originale del Genio visibile «recto-verso, un’occasione rarissima», sottolinea Barsanti. «Grazie agli interventi strutturali, Vinci e il Museo sono in grado di ospitare opere originali - mette in chiaro Torchia - Dopo il Paesaggio ne arriveranno altri». Intanto concentriamoci su di esso e sul ‘battesimo’ a cura di Mattarella, lunedì. «Il Presidente è atteso per le 11 - sottolinea Torchia - Il programma è in fase di elaborazione. In piazza Masi, ci sarà l’accoglienza, alla presenza di rappresentanti istituzionali, parlamentari e non solo (potrebbe esserci pure Matteo Renzi). Il professo Galluzzi terrà una lectio magistralis alla quale potrebbe seguire il discorso del Capo dello Stato». A sottolineare il momento «la banda della scuola marescialli dell’Arma che eseguirà l’inno, seguito dal lancio di una paracadutista acrobatico col vessillo tricolore», continua Torchia, annunciando "il passaggio di un elicottero dell’Esercito, presente anche con alcuni mezzi".

Tutto in diretta su Canale 50 e trasmesso pure su un maxi-schermo in allestimento. Dopo l'inaugurazione della mostra e la visita al Museo con Barsanti e Santini come ciceroni, Mattarella si sposterà ad Anchiano per poi lasciare Vinci. Intanto sabato alle 10.30 al Teatro sarà tempo della 59esima Lettura Vinciana con in cattedra Carlo Vecce. «Si tratta di fatto della quarta ‘Lettura’ di quest'anno dopo eventi di alto valore scientifico ospitati nel corso di questa prima parte di Celebrazioni», sottolinea Santini. Al centro «il tempo consumatore di tutte le cose, come lo definiva il Genio», ricorda Barsanti. Domenica sarà tempo invece di proiezione. «Alle 21 il teatro - annuncia Santini - ospiterà l’anteprima, a ingresso gratuito, di ‘Essere Leonardo da Vinci’, alla presenza dello stesso Finazzer Flory e dei vertici Rai. Riflettori sul Genio e la sua terra, con scorci suggestivi e volti di comparse vinciane.