L’andamento del conciario ’visto’ dal settore della tecnologia

L'export nel settore conciario cresce del 3,66% nel 2023, trainato da macchinari con +12,76%. Macchine per calzature e pelletteria registrano -4,61%. Le esportazioni di ricambi scendono del 4,02% a causa della crisi nel comparto moda e dei conflitti internazionali. La situazione economica globale indebolita pesa sull'intera filiera delle tecnologie curata da Assomac nel secondo semestre del 2023.

L’andamento del conciario ’visto’ dal settore della tecnologia

L’andamento del conciario ’visto’ dal settore della tecnologia

Il 2023, come rileva l’analisi di Assomac riportata da La Conceria segna una crescita dell’export del 3,66%. I macchinari e le strumentazioni destinate alla conceria in particolare segnano il +12,76%, merito soprattutto del buon andamento delle vendite in Europa, America e in Africa. Accusa invece il periodo d’incertezza l’export del settore delle macchine per calzature e pelletteria, che chiude il 2023 con un -4,61%, pur registrando buone performance in alcune aree, come America e Oceania.

Risultato simile a quello delle esportazioni dei ricambi, che scendono del 4,02%. La crescita complessiva è rilevante, anche se più contenuta rispetto al 2022 – si legge –. I motivi sono sempre gli stessi: la crisi dell’intero comparto moda, collegata ai conflitti internazionali che sono causa dell’indebolimento dello scenario economico globale. Un quadro che pesa sull’intera filiera delle tecnologie curata da Assomac per quel che riguarda il secondo semestre del 2023.