"Il Covid non può fermare la prevenzione". A sostenerlo è Empoli in Azione, il gruppo di iscritti, sostenitori e simpatizzanti del partito "Azione" di Carlo Calenda e Matteo Richetti. "Da sempre la struttura sanitaria della regione Toscana è impegnata nella prevenzione dei tumori – dicono i sostenitori di Azione -. Con la pandemia però tutta la nostra sanità è assorbita dal contenimento del Covid19.

Per questo motivo chiediamo alla direzione sanitaria come, nelle nostre strutture ospedaliere del circondario dell’Empolese Valdelsa, stia procedendo la campagna di prevenzione del tumore al seno, all’utero e al colon retto, se ci sono ritardi o rallentamenti nelle operazioni di screening ed eventualmente quali strategie saranno messe in atto per recuperare eventuali ritardi".