Giunti va per il tris: "Mi ricandido. E accanto a me vorrei Antonini"

Pd, Bartalucci si dimette: Sanchini eletto segretario reggente

Giunti va per il tris: "Mi ricandido. E accanto a me vorrei Antonini"
Giunti va per il tris: "Mi ricandido. E accanto a me vorrei Antonini"

Nei giorni scorsi, sentito riguardo alla possibilità del terzo mandato nei comuni under 15mila abitanti, l’odierno sindaco di Capraia e Limite Alessandro Giunti (appunto al secondo mandato) aveva detto: "Decideremo in assemblea del Pd". Che si è riunita l’altra sera. Sciolta la riserva. Decisione presa: Giunti si ricandida. L’assemblea aveva all’ordine del giorno le dimissioni del segretario Emanuele Bartalucci e appunto il voto sul terzo mandato del sindaco uscente Alessandro Giunti. Negli ultimi giorni il decreto-election day ha introdotto la possibilità che un sindaco si candidi per la terza volta consecutiva se il Comune non ha più di 15mila abitanti e il Partito Democratico locale ha chiesto al sindaco di ricandidarsi.

Giunti ha accettato e si è quindi messo a disposizione per il terzo mandato. Partiamo da Bartalucci: "Ringrazio per la collaborazione avuta in questi anni. Le mie dimissioni arrivano dopo una lunga riflessione, ma impegni personali non mi permettono più di mantenere questo incarico. Sono felice che Alessandro abbia accettato di ricandidarsi, l’ho sempre sostenuto e ho sperato che il Governo approvasse per tempo questo decreto che permette il terzo mandato per i comuni fino 15mila abitanti", ha detto. L’assemblea ha quindi eletto segretario reggente Franco Sanchini.

La proposta per la ricandidatura di Giunti a sindaco è stata votata all’unanimità: "Sono molto onorato per la fiducia che, ancora una volta, il partito mi concede - ha spiegato Giunti - Fare il sindaco è una delle più belle esperienze che possano capitare e avere la possibilità di portare a termine i progetti su cui si lavora da anni è una bella soddisfazione. Dobbiamo cercare di venire incontro ai bisogni e alle esigenze dei nostri concittadini. Il nostro partito ha molte risorse e sono certo che sapremo intercettare le richieste che arrivano dal territorio. Per fare questo, se vincerò, ci sarà bisogno di una squadra forte e vorrei accanto a me, in un ruolo importante, anche Edoardo Antonini, che in questi anni si è speso molto per il bene del paese".

Andrea Ciappi