Educare alla guida . Ecco il progetto “David“

L’appuntamento coinvolge circa 300 ragazzi delle scuole medie superiori . Non solo teoria, domani al PalaEsposizioni anche prove pratiche. .

Educare alla guida . Ecco il progetto “David“

Educare alla guida . Ecco il progetto “David“

EMPOLI

Una giornata formativa dedicata alla sicurezza stradale. Il format torna, con una novità: oltre agli interventi dei relatori, anche prove pratiche a cui i ragazzi delle scuole potranno partecipare. Non solo numeri, concetti e teoria ma anche un vero test con dispositivi messi a disposizione dall’Automobile Club Italia appositamente studiati per la simulazione della guida in stato di ebbrezza. Occhiali speciali, un percorso a tappeto e la possibilità di muoversi (come passeggeri e con dei piloti) nel parcheggio adiacente al Palazzo delle Esposizioni. Cosa accade se ci si mette al volante senza esserne in grado?

Sensibilizzazione e prevenzione sono le parole chiave del progetto “David“, promosso dall’associazione fiorentina Lorenzo Guarnieri, realizzato con il sostegno dei plessi scolastici del territorio e in collaborazione con Polizia Municipale, Aci Firenze e Pubbliche Assistenze Riunite. Dopo la sospensione a causa del Covid, l’evento è stato riproposto lo scorso gennaio con una ottantina di studenti, ma domani al Palazzo delle Esposizioni si tornerà ai numeri pre-pandemia. Sono ancora troppe le vittime di incidenti stradali: ecco perché investire nell’educazione alla sicurezza diventa sempre più importante. Ed è quello che ormai dal 2015 fa il Lions International a Empoli con “David“ che torna coinvolgendo oltre 300 studenti, prevalentemente delle classe terze, quarte e quinte del Liceo Pontormo, del Liceo Virgilio, del Calasanzio e della Santissima Annunziata. "Questa iniziativa è sempre stata rivolta soprattutto a quegli alunni in età da patente – spiega il presidente dei club Lions della Zona B, Damiano Bonifacio – ma quest’anno abbiamo voluto ampliare la platea perché la sicurezza stradale riguarda tutti. Dal Calasanzio arriverà una terza media. Per la prima volta, ci saranno prove pratiche affinché i ragazzi possano assimilare meglio gli argomenti".

Appuntamento dalle 9.30 nei locali di piazza Guido Guerra. Interverranno: Massimo Luschi, comandante della polizia municipale dell’Unione dei Comuni; Stefano Guarnieri, vice presidente dell’associazione Lorenzo Guarnieri; Eleonora Gallerini, presidente delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli e Riccardo Taverniti, avvocato penalista.