Antonio Cecchi
Antonio Cecchi

Empoli, 7 febbraio 2019 - Lutto nel mondo dell’arte e della scuola. Se n’è andato, all’età di 65 anni, Antonio Cecchi, insegnante d’arte per 20 anni nelle scuole empolesi. Attualmente era in servizio alla scuola media Busoni-Vanghetti di Empoli, prima ancora è stato docente alla scuola superiore Enrico Fermi. Abitava a Limite sull’Arno ed era anche socio della Fornace Pasquinucci di Capraia Fiorentina.

Artista poliedrico e sperimentatore, Cecchi era noto per i suoi quadri realizzati con la penna a sfera, oggetto di una mostra inaugurata poco fa nella scuola empolese. La sua scomparsa ha destato sgomento tra professori, alunni, famiglie ed ex studenti.

«La scuola media e tutto l’istituto comprensivo ‘Empoli Est’ – si legge nella nota inviata dalla direzione scolastica – si stringono attorno alla famiglia nel ricordo del professor Antonio Cecchi, un signore, un professore e un artista che, come lui stesso aveva avuto modo di dire, intendeva dipingere la vita per quello che era. Proprio perché apprezzava la vita con le sue normali imperfezioni e così le riportava sulla tela, oppure sulla carta, con i tratti e le intenzionali piccole macchie di inchiostro lasciate da una semplice biro colorata. Gli piaceva però racchiudere questo apparente disordine in una architettura di forme, regalando ogni volta a chiunque ammirava le sue opere la speranza di poter attribuire un senso alla propria singolare esistenza. Noi tutti – conclude la nota – guardiamo alcune delle sue opere appese alle pareti della scuola Vanghetti con infinito dolore».

Cordoglio è stato espresso anche dall’amministrazione comunale di Capraia e Limite, a partire dal sindaco Alessandro Giunti: «Cecchi è stato parte attiva della comunità di Capraia e Limite, in cui è nato, cresciuto e vissuto, partecipando alla vita del paese. Ha lasciato un’immagine viva e intensa nei suoi alunni e le rispettive famiglie, che gli riconoscono, così come tutti coloro che lo hanno conosciuto, grandi capacità artistiche e profonda sensibilità. Con la morte di Antonio Cecchi, Capraia e Limite e tutti noi perdiamo un uomo che ha dato tanto alla comunità, all’arte, agli alunni a cui insegnava e alla vita. Lo ricorderemo con affetto e grande stima, per la persona che era e per ciò che ha trasmesso con il suo costante e duraturo impegno».

L'uomo era all'ospedale di Careggi a causa di alcuni problemi di salute ed era stato sottoposto a un intervento chirurgico. I funerali non sono stati fissati, sulla salma è stata disposta l'autopsia per accertare le cause del decesso.