Luca Bassilichi, direttore generale di Sporteams
Luca Bassilichi, direttore generale di Sporteams

Firenze, 14 settembre 2021 - Una startup per la programmazione degli eventi sportivi giovanili e dilettantistici, ma anche per le comunicazioni tra tesserati, società e federazione o ancora per la gestione contabile. Si chiama “Sporteams” ed è stata fondata a Firenze nel 2018, con l’obiettivo di agevolare la trasformazione 4.0 nel mondo sportivo, grazie a una piattaforma di servizi digitali dedicata in particolare ad associazioni e società sportive dilettantistiche (Asd e Ssd), ai loro iscritti, agli enti di promozione sportiva e alle federazioni sportive.

Dai biglietti ai certificati medici con le relative scadenze, dalle convocazioni alle partite ai pagamenti delle iscrizioni: in pratica attraverso questa App tutti gli adempimenti che finora obbligavano atleti (o genitori) ad andare fisicamente in sede si sono spostati anche on line.

«Il nostro obiettivo – dichiara Luca Bassilichi, direttore generale di Sporteams – è quello di accelerare la digitalizzazione del mondo dello sport giovanile e amatoriale, supportando le associazioni e le società sportive dilettantistiche in questa importante transizione. I benefici di Sporteams si estendono anche agli sportivi e alle loro famiglie. Immaginate la comodità, anche in termini di tempo, di avere nel palmo della mano, tra le altre, la possibilità di risolvere velocemente gli adempimenti burocratici o ancora ottenere le informazioni sugli impianti e sugli eventi sportivi. I risultati straordinari conseguiti dalle nostre delegazioni alle ultime Olimpiadi hanno riacceso i riflettori sull’importanza dello sport. Ma si tratta anche di uno dei settori che hanno subito in maniera più violenta l’impatto pandemico. In tutta risposta abbiamo sviluppato la tecnologia che, tramite ad esempio QR code e autocertificazioni digitali, permetta agli attori interessati di operare in modo sicuro e agli sportivi di continuare a coltivare la loro passione».

Sporteams conta attualmente 747 società affiliate e sono oltre 33mila le persone, tra atleti e professionisti del settore, che ne utilizzano i servizi. Una delle partnership più importanti è quella siglata con la Lega Nazionale Dilettanti di calcio della Toscana: sfruttando le tecnologie di Sporteams, sono state programmate 35mila gare e ne sono state refertate 17mila.

Nel 2020 la App ha registrato ricavi stimati per oltre 324mila euro con un Ebitda pari al 14% dei ricavi e un risultato netto che, dalla nascita della startup, è positivo. La crescita è andata avanti grazie a varie partnership (fra queste anche il Comune di Firenze) e campagne di crowdfunding. Ora la sfida è crescere ancora, anche grazie a servizi collaterali: dalla possibilità di andare agli allenamenti sfruttando il car sharing, fino all’idea di “turismo sportivo”.