Palazzo Pitti
Palazzo Pitti

Firenze, 3 maggio 2021 - Dopo mesi di chiusure, con il ritorno alla zona gialla della Toscana, anche il settore della cultura torna a respirare. Di seguito un elenco dei principali musei e mostre che hanno riaperto o che nei prossimi giorni riapriranno al pubblico, con date, orari e informazioni utili.

 

FIRENZE

-Il Museo Novecento propone un nuovo appuntamento con l'arte contemporanea internazionale in Palazzo Vecchio, nella Sala dei Gigli e al museo Stefano Bardini dove, fino al 29 agosto, si terrà la mostra 'Beautiful lies' di Ali Banisadr, a cura di Sergio Risaliti. 'Beautiful Lies' è una delle opere ispirate a Dante che verrà esposta nella Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio, di fronte alla Giuditta e Oloferne di Donatello, ed è stata scelta per dare il titolo all'intera mostra.

-Dal 27 aprile è riaperto il Giardino di Boboli. Sarà aperto tutti i giorni della settimana (ad eccezione del primo e l'ultimo lunedì del mese) dalle ore 8,15 alle 18,30 (ultimo ingresso alle ore 17,30). Nel rispetto delle norme, Grotta Grande e Museo delle Porcellane rimarranno chiusi. La Botanica Superiore, con il suo tesoro di piante acquatiche, sarà aperta ogni mattina da lunedì a venerdì in orario 9-13.

-La mostra visuale immersiva 'Van Gogh e i maledetti' è riaperta dal 1 maggio, nel complesso di Santo Stefano al Ponte a Firenze. L'esposizione sarà aperta fino al prossimo 4 luglio, tutti i giorni dalle 11 alle 18, e prenotazione obbligatoria per il sabato e la domenica. Tornerà, segnalano gli organizzatori, anche l'esperienza degli Oculus Vr che, grazie alla loro esclusiva tecnologia, accompagneranno il visitatore in un emozionante viaggio a 360 gradi nell'universo dei pittori maledetti. La mostra è un racconto digitale di 60 minuti che vuole coinvolgere il pubblico nella controversa vicenda umana e artistica di Vincent Van Gogh e altri grandi pittori accomunati dall'esistenza travagliata e dall'anticonformismo.

-Dal 1 maggio sono riaperti  i musei di Fiesole (Firenze): il museo civico archeologico con l'Area archeologica e il museo Bandini sono pronti a riaccogliere visitatori.

-Riaperto domenica 2 maggio il Giardino dell'Iris al piazzale Michelangelo. Per circa tre settimane, fino al prossimo 20 maggio, sarà possibile ammirare la fioritura primaverile delle migliaia di varietà presenti nel giardino. Il giardino è aperto al pubblico per un mese all'anno tra aprile e maggio, proprio in occasione della fioritura primaverile dell'iris: quest'anno l'appuntamento è dal 2 al 20 maggio, dalle 10 alle 18 (con ultimo ingresso alle 17.30).

-Riaperto da lunedì 3 maggio il Museo archeologico nazionale con la mostra "Tesori dalle terre d’Etruria. La collezione dei conti Passerini, Patrizi di Firenze e Cortona”.

-Sempre dal 3 maggio si potrà anche tornare ad ammirare la nuova “Sala del Beato Angelico” del Museo di San Marco, recentemente riallestita grazie al generoso finanziamento di Friends of Florence, che ora ospita eccezionalmente il dittico con la Natività e l’Orazione nell’Orto del Beato Angelico, della Pinacoteca dei Musei civici di Forlì, esposto qui grazie ad un accordo di scambio per il prestito del Giudizio finale del Museo di San Marco alla grande mostra "Dante.

-Il 4 maggio apre la mostra "Resisting the Trouble - Moving Images in Times of Crisis", uno degli appuntamenti più interessanti per chi si occupa di immagini in movimento e arte contemporanea. Allestita negli spazi di Manifattura Tabacchi, oggi al centro di un importante progetto di rigenerazione urbana, la mostra rimarrà visitabile fino al 4 giugno. Le opere riflettono sulle questioni più urgenti generate dall'attuale crisi mondiale, proponendo visioni alternative per ripensare il presente e immaginare il futuro.

-Il Museo Nazionale del Bargello, il Museo delle Cappelle Medicee e il Museo di Palazzo Davanzati di Firenze sono riaperti al pubblico a partire da lunedì 3 maggio.

-La Galleria degli Uffizi riapre il 4 maggio. L'orario sarà 8,15-18,30, con ultimo ingresso consentito un'ora prima della chiusura. Ad aprire il portone del museo, martedì 4 maggio, sarà il direttore Eike Schmidt. Agli Uffizi, oltre all'ordinario percorso di visita, ora ampliato con 14 nuove sale del primo piano dedicate alla pittura del Cinquecento fiorentino e romano, sarà accessibile, la mostra di scultura romana dedicata alla figura della donna in età imperiale "Imperatrici, matrone, liberte", prorogata dall'originale termine del 9 maggio fino al 13 giugno. La mostra di arte contemporanea a tema dantesco 'In-Versi' con opere di Giuseppe Penone, prenderà invece avvio il 29 giugno.

-Sempre il 4 maggio riapre Palazzo Pitti e Galleria Palatina, Galleria di Arte Moderna e Tesoro dei Granduchi, dalle 13,30 alle ore 18,30. L'ultimo ingresso consentito sarà un'ora prima della chiusura. In Galleria Palatina sarà visitabile, la mostra "Leone X torna a Firenze", dedicata al capolavoro di Raffaello nella sala delle Nicchie fino al 27 giugno. In base alle ultime disposizioni normative, per entrare nel giardino di Boboli, alla Galleria degli Uffizi e a Palazzo Pitti durante il weekend, è necessario prenotare con un giorno di anticipo rispetto alla visita.

-Da martedì 4 maggio anche  il Museo Galileo torna ad accogliere i visitatori con visite guidate gratuite. Per assicurare il corretto distanziamento e garantire la visita in sicurezza, ad ogni appuntamento potranno partecipare gruppi di massimo dieci persone.

 

SIENA

-Dal 1 maggio è riaperto tutto il complesso monumentale del Duomo di Siena: la Cattedrale, la libreria Piccolomini, la Porta del Cielo, il Museo del'opera, la Cripta, il Battistero, l'oratorio di San Bernardino. Inoltre si potrà salire sul cosiddetto Facciatone, costruzione che faceva parte di un progetto di ampliamento del 1339 della cattedrale, poi interrotto a causa della peste e problemi finanziari, da dove i visitatori hanno la possibilità di apprezzare il panorama completo della città.

-La mostra monografica di Luca Pancrazzi ''Paesaggio Ciclico Variato'', curata da Michela Eremita, propone una serie di opere su carta, dipinti e sculture di piccolo taglio sul tema del paesaggio. L'esposizione è completata da un'installazione site-specific allestita nella Torre Civica, nel centro storico di Castelnuovo Berardenga, intitolata ''Piove o no?'' e composta da paesaggi acustici registrati per le vie del paese castelnovino ed elaborati da Luca Pancrazzi con il compositore Mirko Zambelli, del Conservatorio di Milano. La mostra e l'installazione rimarranno allestite fino al 2 gennaio 2022.

-Il Museo civico archeologico di Chianciano Terme (Siena) ha riaperto con orario 10/13 e 16/19. Sarà quindi  possibile visitare il museo etrusco, su prenotazione online o telefonica per i fine settimana (sabato e domenica). Il Museo civico archeologico delle Acque di Chianciano Terme, ospitato dentro un ex granaio nel cuore del centro storico della stazione termale, raccoglie preziosi reperti archeologici rinvenuti nel territorio comunale e vanta la più importante collezione di canopi etruschi (ovvero vasi cinerari in forma umana) al mondo.

 

AREZZO

-Il 27 aprile ha riaperto a Montevarchi ( Arezzo) la mostra su Ottone Rosai e potrà essere visitata fino al 6 giugno 2021. 50 opere del maestro toscano attendono il pubblico con l'ampliamento anche dei giorni di apertura, e con la possibilità di visitarla anche nel fine settimana, grazie alla biglietteria online che permette di prenotare nelle diverse fasce orarie e di garantire sempre una visita nel rispetto della norme anticovid.

-Casa Bruschi è pronta ad accogliere i visitatori in sicurezza con l'opportunità di vedere la mostra 'L'Oriente in Casa. Opere dalla Collezione di Frederick Stibbert'. E' quanto si legge in una nota della Fondazione Ivan Bruschi. L'affascinante dimora dell'illustre antiquario aretino riaccoglierà i visitatori dal martedì al venerdì. Si potrà prenotare la visita anche on line, con la possibilità di riservare un ingresso esclusivo per sé e la propria famiglia senza altri visitatori presenti, per ammirare in assoluta tranquillità tutto il museo, comprese le suggestive terrazze da cui si gode la vista di un panorama inedito sulla Pieve e sul centro storico di Arezzo.

-E' aperto il Museo dell'Accademia Etrusca e della città di Cortona. Palazzo Casali, spiega una nota, spalanca le sue porte a tutti gli amanti dell'arte, dell'archeologia, della storia e della memoria.

 

LIVORNO

-Aperti anche i principali musei di Livorno, tra cui il Museo Fattori a Villa Mimbelli con ingressi contingentati e secondo le regole anti Covid. Riapre anche il Museo della Città (Luogo Pio- Arte Contemporanea) nel rispetto delle misure anti contagio: ingressi contingentati e visite guidate con prenotazione obbligatoria. In calendario anche eventi speciali per famiglie e bambini. La parte del museo riservata invece alle esposizioni temporanee riaprirà il 2 luglio con una mostra dedicata a Mario Puccini.

 

LUCCA

 

-Il Puccini Museum, Casa Natale di Giacomo Puccini, fino a domenica 16 maggio potrà essere visitato i venerdì pomeriggio dalle 14.30 alle 19 ed il sabato e la domenica dalle ore 10 alle ore 19. Si ricorda che in base alla normativa vigente la visita al museo è possibile solo su prenotazione, che deve essere richiesta almeno 24 ore prima via email a info puccinimuseum.it specificando nome e cognome, giorno e ora della visita, numero di partecipanti e contatto telefonico. Sarà possibile inoltre prenotare la visita guidata inclusa nel prezzo del biglietto prevista ogni sabato alle ore 12. Dopo il 16 maggio il Museo riaprirà dal lunedì alla domenica dalle ore 10 alle ore 19.

-Riaperte mostre, musei e spazi espositivi pubblici a Pietrasanta. il pubblico può tornare a visitare dal vivo la proposta museale e culturale della Piccola Atene. Anche in tempo di pandemia e restrizioni la capitale internazionale della scultura e della lavorazione artistica del marmo e del bronzo ha continuato, senza sosta, a creare contenuti artisti attraverso le piattaforme online per non perdere il contatto con il pubblico. La novità è rappresentata dalla prenotazione obbligatoria durante il weekend. Durante la settimana non è necessario invece prenotare e l'ingresso è libero e gratuito.

 

PISA

-Riaprono in sicurezza e con ingressi contingentati i musei dell'Università di Pisa: quelli del Sistema Museale di Ateneo e il Centro di Ateneo - Museo di Storia Naturale. Sono aperti il Museo di Storia Naturale e, tra i musei dello SMA, l'Orto e Museo Botanico, la Gipsoteca di Arte Antica, il  Museo della Grafica e delle Collezioni Egittologiche.

-Riaprono il 1° maggio i Musei civici di Volterra e, fino al 30 settembre, si potranno visitare tutti con un biglietto unico al costo di 7 euro che sarà utilizzabile per 7 giorni dal momento dell'emissione; i giovani fino a 18 anni entreranno gratuitamente. Questi gli orari di apertura, previsti per tutti i giorni della settimana: Pinacoteca civica e Palazzo dei Priori dalle ore 9,00 alle ore 19,00; Acropoli e Teatro Romano dalle ore 10,30 alle ore 17,30. Riprendono anche le visite all'ex-manicomio di Poggio alle Croci. Il Museo Lombroso sarà aperto il sabato e la domenica dalle ore 9,00 alle ore 17,00 e saranno possibili tre visite guidate al giorno ( museo più padiglioni) alle ore 9,00, alle ore 11,00 e alle ore 17 (massimo 15 persone), su prenotazione.

-Palazzo Blu di Pisa riapre al pubblico e ripartono dunque le visite alla mostra 'De Chirico e la Metafisica', aperta lo scorso 26 gennaio, che propone una documentata retrospettiva su uno degli artisti più conosciuti e apprezzati del Novecento, presentando le opere di tutta la carriera dell'artista, in un percorso cronologico dal primo Novecento, agli anni della Metafisica. L'esposizione permette di conoscere le opere più importanti del maestro della Metafisica scoprendo anche le opere della collezione personale dell'artista. I 'de Chirico di de Chirico' sono infatti il fulcro di questa mostra, composta soprattutto da un gran numero di opere provenienti da La Galleria Nazionale di Roma. Riapre anche la mostra permanente di Palazzo Blu con l'esposizione 'Tom Phillips, Dantès Inferno', che apre al pubblico per la prima volta. Inaugurata in modo virtuale lo scorso 25 marzo, in occasione del Dantedì, con alcuni filmati sui social che hanno svelato l'allestimento e le opere, la mostra, curata da Giorgio Bacci, conduce alla scoperta di Tom Phillips, artista britannico contemporaneo e del suo racconto dell'Inferno dantesco in 139 illustrazioni.

 

PONTEDERA

-Martedì 27 riapre al Palp Palazzo Pretorio di Pontedera (Pisa) la mostra 'I love Lego'. L'esposizione sarà visitabile dal martedì al venerdì dalle 10 alle 19.15 (ultimo ingresso alle 18,30) e il sabato e la domenica dalle 10 alle 20 (ultimo ingresso alle 19.15): nel weekend sarà obbligatoria la prenotazione. Con oltre 1.000.000 di mattoncini assemblabili, in un caleidoscopio di colori e costruzioni , la mostra racconta l'incredibile evoluzione di quello che, da giocattolo tra i più comuni e conosciuti, si è trasformato negli anni in vera e propria opera d'arte.

 

PRATO

-Il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci annuncia che da sabato 8 maggio potrà accogliere nuovamente i suoi visitatori, in piena sicurezza e con tre nuove mostre: la retrospettiva dedicata a Chiara Fumai, Poems I Will Never Release; la personale della fotografa Marialba Russo Cult Fiction e la rassegna video After Us, curata dall'artista Julian Rosefeldt. Il museo, spiega una nota, sarà visitabile dal mercoledì al venerdì dalle 12.00 alle 20.00 (ingresso senza prenotazione), sabato e domenica dalle 11.00 alle 20.00 con prenotazione obbligatoria. Dal 15 maggio il centro ospiterà una mostra multidisciplinare intitolata 'Formafantasma Cambio', che durerà fino al 24 ottobre, che vuole evidenziare il ruolo centrale e la responsabilità del design nel generare consapevolezza sull'emergenza ambientale.

 

PISTOIA

La Fondazione Pistoia Musei ha ripreso ad accogliere visitatori nelle sedi di Palazzo de Rossi, Palazzo Buontalenti e Antico Palazzo dei Vescovi, dove sono allestite l’antologica dedicata al fotografo Aurelio Amendola e « Pistoia Novecento», ricchissima finestra sull’arte di casa nostra dal secondo dopoguerra ai giorni nostri, visitabili rispettivamente fino al 25 luglio e fino al 22 agosto

 

EMPOLI

Sabato 8 maggio tutti i Musei di Empoli ritrovano il loro pubblico. il Museo della Collegiata e il Museo del Vetro saranno aperti con orario continuato dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19, mentre rimangono inalterate le aperture del Museo Civico di Paleontologia (sabato e domenica e festivi, ore 16.00-19.00), della Casa del Pontormo (sabato, domenica e festivi: ore 16.00-19.00) e della Casa di Ferruccio Busoni (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19). La GAM Galleria d'Arte Moderna e della Resistenza sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17 e il sabato mattina dalle 10 alle 13.