Scuole chiuse per allerta meteo, la protesta dei genitori: “Per chi lavora è un disagio”

Il presidente della regione Toscana Giani: “Polemiche? Necessario prevenire”. La Protezione civile: “Decisione mai presa a cuor leggero”

Firenze, 30 ottobre 2023 - Scuole chiuse, oggi, in molti Comuni della costa. E immancabilmente fioccano le polemiche di molti genitori. “Ma allora chiuderanno per tutto novembre, tradizionalmente mese delle pioggia?”, ironizza più di uno sui social. Tanti commenti sulla pagina del Comune di Follonica, ma anche su Viareggio Mia.

“Standing ovation per la chiusura delle scuole - punta il dito una mamma -. Chiaramente, tutti i siti indicano il diluvio tra le 18 e le 22, ma le scuole vengono chiuse la mattina”. E Igor: “Non sarà che vogliono allungare il ponte?”.

E ancora: “Comunque, io devo andare a lavorare, i miei figli li devo portare da qualcuno, mettendoli dunque in macchina. Insomma, i bambini di chi lavora non restano certo al sicuro nei loro letti”. Se la maggior parte sono commenti polemici, ci sono anche molte persone che ricordano il famoso proverbio: “Meglio aver paura che buscarne”.

A Follonica, colpita nei giorni scorsi da una violenta alluvione, l’ironia si spreca: “Non vorrei sconvolgere la nostra amministrazione. Ma siamo in autunno e a volte può piovere anche a Follonica”, digita qualcuno. E un altro: “La chiusura delle scuole comunicata la sera prima sta provocando molti disagi alle famiglie. Se si fa così in autunno, in inverno cosa succederà?”. E poi: “Ogni volta che c’è un’allerta meteo ci sono chiusure scolastiche? Non sarebbe meglio pensare a mettere in sicurezza la città?”.

"Vedo le polemiche di qualcuno perché magari in certi Comuni, penso a Livorno, non si sono mandati i bambini a scuola: se fosse accaduto qualcosa di più grave, ci si sarebbe lamentati dell'incapacità di prevenire e di prevedere». Lo ha affermato Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, a proposito dell'allerta arancione per maltempo dichiarato per gran parte della regione. “Abbiamo creato un'allerta arancione, e quindi è un allarme fondato, siamo molto preoccupati”, ha detto Giani, a margine dell'inaugurazione dell'Anno accademico della Scuola di musica di Fiesole. “Quando ci sono dei dati tecnici, scientifici - ha aggiunto -, che mostrano un'allerta per il maltempo quale quello che abbiamo visto, noi abbiamo fatto bene a creare una sensibilità e un'attenzione anche verso la popolazione, perché poi noi dobbiamo prevenire”. 

“La chiusura delle scuole è una decisione sempre presa a malincuore dai comuni - sottolinea Tiziano Romualdi, responsabile della protezione civile dell’amministrazione provinciale di Grosseto -. Ieri sera ero in videoconferenza con la Regione ed i Comuni costieri. Tutti hanno deciso di chiudere in virtù delle criticità segnalate dal Lamma. Poi, ad esempio Castiglione della Pescaia aveva già deciso di non aprire le scuole per via del ponte. Invece, a Follonica le scuole hanno chiuso. Vorrei ricordare ai cittadini quello che è recentemente successo, quando si sono allagati i sottopassi e molti genitori non sapevano come fare a riprendere i figli a scuola. Quando le previsioni annunciano cumulati di pioggia pesanti, il buon padre di famiglia consiglia di evitare gli spostamenti. In casi come questi, meno persone ci sono sulla strada e più siamo sicuri tutti. Per questo i Comuni hanno invitato le persone a mettersi in auto solo in caso di estrema necessità”.