Il luogo del ritrovamento. Nel riquadro la vittima
Il luogo del ritrovamento. Nel riquadro la vittima

Riotorto (Piombino), 4 agosto 2019 - Il ritrovamento è avvenuto quasi per caso. Operai stavano ripulendo la strada, dove era avvenuto un incidente. E' lì, in un fosso, vicino a Riotorto, frazione di Piombino, che in un sacco a pelo è stato trovato il cadavere di una donna che abitava proprio a Riotorto, Maria Simonetta Gaggioli, 75 anni. Ex politica e funzionaria della Regione, la donna era originaria di Follonica, dove nel 2009 si era tra l'altro candidata in consiglio comunale alle amministrative.

Poi si era trasferita a Riotorto, una volta andata in pensione. Il cadavere era in avanzato stato di decomposizione. Era lì da circa una settimana. Sono iniziate subito le indagini che vedono impegnati i carabinieri coordinati dal pm Ezia Mancusi. Sembra certo l'occultamento di cadavere: il corpo era nel sacco a pelo come se fosse stato inserito dalla testa. Gli investigatori hanno sentito diverse persone. 

Tra cui il figlio, Filippo Andreani, 47 anni. Venerdì scorso ne aveva denunciato la scomparsa, riferendo, secondo quanto emerso, che non aveva sue notizie dal 27 luglio: inizialmente non si sarebbe preoccupato perchè era già capitato che la donna si assentasse da casa alcuni giorni per andare a trovare parenti e amici. Da qualche mese madre e figlio convivevano insieme alla moglie e ai tre bambini dell'uomo

Nell'abitazione di Riotorto e nelle pertinenze della casa ieri sono andati i carabinieri per accertamenti. Portata via anche l'auto dell'uomo ai fini di eventuali verifiche. Quando è stata trovata la donna era vestita e aveva l'orologio, rivelatosi fondamentale, insieme anche agli indumenti, per la sua identificazione fatta da due nipoti, non avendo con sè i documenti. Non è chiaro se sia stato trovato altro nel sacco a pelo.

Un carattere gioviale, una donna impegnata socialmente che in questi anni molti avevano potuto apprezzare per le sue doti umane. Questo il ritratto di Maria Simonetta Gaggioli. Intanto, le prime risposte arriveranno dall'autopsia, il cui incarico dovrebbe essere affidato nella giornata di lunedì.