TERRANUOVA
Sport

Becattini: "Terranuova, serve l’ultimo sforzo"

Il tecnico esalta la prestazione dei suoi a Giulianova: "Bella la reazione dei ragazzi dopo il pari avversario di fronte a oltre 3mila tifosi"

Becattini: "Terranuova, serve l’ultimo sforzo"

Becattini: "Terranuova, serve l’ultimo sforzo"

di Massimo Bagiardi

A si tocca il cielo con un dito. Il 3-1 col quale Sacconi e compagni hanno espugnato lo stadio Fadini di Giulianova mette i biancorossi allenati da Marco Becattini in una posizione di assoluto privilegio per salire in serie D.

Merito di una partita giocata al limite della perfezione, pochi sono stati gli attacchi dei giallorossi spinti da oltre 3mila persone e cinico, come non mai, il Traiana nell’approfittare, oltre che del rigore fischiato a metà primo tempo, anche di altre due favorevoli occasioni trasformate in oro prima da Cioce e, nel recupero, da Mannella, che hanno messo la strada verso l’approdo nel massimo campionato dilettantistico tutta in discesa.

Domenica basteranno due risultati su tre, anche una sconfitta con un solo gol di scatto permetterebbe di festeggiare: la gara molto probabilmente, si giocherà a San Giovanni per motivi di ordine pubblico. Becattini non può che fare i complimenti ai suoi, anche per la tenuta mentale avuta dopo il pareggio dei locali al cospetto di uno stadio infuocato.

"Sicuramente siamo più avvantaggiati rispetto al Giulianova, e mi pare abbastanza palese, ma aldilà del risultato a mio modo di vedere meritato faccio i complimenti ai miei per aver tenuto duro dopo il pareggio, in uno stadio che vantava oltre 3mila persone a incitare il Giulianova nessuno ha perso la testa, sono stati bravi nel contenere le timide offensive loro e poi a mettere a segno il goal che ha chiuso definitivamente la partita. Non nascondo che dopo l’1-1 è salita dentro di me la paura che ci potessero saltare addosso ma così non è stato e non posso che fare un plauso ai miei per quello che hanno dimostrato al cospetto di una squadra importante".

Toccherà fare il pompiere questa settimana per tenere a bada i facili entusiasmi, Becattini non vuole sentir parlare di partita di contenimento: "Dovremmo essere noi a comandare la partita pur avendo un vantaggio derivante dai due goal in più di loro fatti in trasferta. Non voglio che la squadra difenda quanto di prezioso abbiamo guadagnato domenica a Giulianova, sarebbe un rischio troppo grande che andremo a correre".

Nella squadra abruzzese mancheranno gli squalificati Scognamiglio e Bittaye.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su