Vangeli, 30 ore di maratona. In chiesa per tutta la notte

Trecento lettori da sabato, in testa le autorità e i personaggi della Giostra. Lancio social del Vescovo: processione in Fiera, poi il coro dei quattrocento.

Vangeli, 30 ore di maratona. In chiesa per tutta la notte

Vangeli, 30 ore di maratona. In chiesa per tutta la notte

Forse neppure Malachia, che pure era un profeta, sarebbe riuscito a prevedere cosa Arezzo si sarebbe inventata 2500 anni dopo di lui. Una maratona della fede, oltre trenta ore di no stop, quasi 300 persone mobilitate a leggere a turno il Nuovo Testamento. Per iniziativa di un club molto attivo, il Club Serra, e sotto la benedizione del Vescovo Andrea Migliavacca. Che nel suo stile social ha lanciato un video, su uno sfondo non meglio identificato, in cui invita tutti ad esserci: lettori e ascoltatori. E tutto tra le 15 di sabato e le 18 di domenica: in mezzo una notte con la chiesa di San Michele aperta no stop, sotto gli occhi dell’ordine di Malta e una staffetta continua al microfono, lanciata proprio da Malachia e di questo, forse il profeta sarà soddisfatto. Le sue pagine chiudono il Vecchio Testamento e saranno lette in Pieve: da lì partirà una piccola processione tra i banchi della Fiera, fino a San Michele. Con al debutto nella lettura infinita anche le autorità che hanno detto "sì".

Tra i nomi che filtrano il comandante dei carabinieri, il vicesindaco Lucia Tanti ma anche questore e prefetto, sia pur compatibilmente con gli impegni istituzionali che non si fermano mai. È il Festival dello Spirito, lanciato ufficialmente ieri e che solo in parte si svilupperà nel weekend. Perchè, ad esempio, sabato 9 marzo arriverà uno dei giganti della musica ecclesiale, Marco Frisina: un concerto alle 17 in Cattedrale, con centinaia di voci aretine. Sono oltre 400, da settimane provano i canti, nell’emozione di essere guidati dal maestro. Ci saranno musical, opere teatrali, un dibattito finale che vedrà tra i protagonisti il cardinale Gualtiero Bassetti. Quasi un mese di eventi. La chiave, proposta dagli organizzatori e fatta proprio dal Vescovo, è semplice e Migliavacca la sintetizza così: "Proporremo tutte occasioni per scoprire e vivere l’anima più profonda della città. Una vera città dello Spirito". Nella cabina di regia Serra Club, Diocesi e associazione culturale Almasen coi patrocini di Comune e Fondazione Beato Junipero Serra. E tante realtà economiche che hanno risposto con entusiasmo alla proposta di dare una mano. Tra i protagonisti Alessandro Melis, presidente del Serra Club, Maria Madiai e Fernando Marraghini. Marraghini ha curato anche la regia de "Il Cantico dei Cantici", un lungometraggio con Alessandra Bedino che sarà proiettato in modo continuativo a San Michele. Ma l’essenza dell’evento sta nella lettura continuativa: è la prima volta che viene proposta ad Arezzo e dalla città prende le sembianze. Perchè i volontari arrivano da tutti i mondi: una parte degli interventi al microfono vedrà protagonisti gli alfieri della Giostra, cavalieri e rettori.

I turni sono andati a ruba, resta qualche spazio nelle ore piccole tra sabato e domenica. A San Michele ci saranno anche i "rifornimenti", a cominciare dalle bottiglie d’acqua, per garantire un break tra le letture. Mentre sul centro della città e su San Michele spunterà il primo sole.