Rhum e Cola, la poesia di due clown

L’appuntamento in scena questa sera per la stagione estiva del teatro di Bucine.

Rhum e Cola, la poesia di due clown

Rhum e Cola, la poesia di due clown

Continuano, all’Anfiteatro del teatro di Bucine, gli appuntamenti stivi della rassegna La bella stagione. Stasera venerdì 5 luglio, alle 21:15, in scena "Rhum e Cola", la poesia di due clown simpatici ed estroversi che girano le piazze, giocando con il pubblico e suonando il loro organetto di Barberìa. I protagonisti recitano, giocano e interagiscono con il pubblico che viene coinvolto attivamente, instaurando così un rapporto di complicità. È proprio agli spettatori che gli allegri e spensierati clown si ispirano, per farli divertire e trasportarli nel loro mondo fatto di magia e poesia sulle note fuggitive dell’organetto. Rhum e Cola sono versatili: ballerini, comici, musicisti, mimi, sono… imprevedibili! L’obiettivo è rievocare il circo per com’è nato, senza trucchi stupefacenti, senza grandi costruzioni o effetti speciali, coinvolgendo i bambini e facendo diventare bambini gli adulti, così da far scaturire l’entusiasmo nei più creativi e regalando un sorriso ai più timidi. Legno, mantici, canne, stantuffi, tubi, cilindri, manovella, cartone e… anima. Così lo voleva il sig. Barbieri, che sognava di costruire uno strumento musicale in grado di essere suonato da chiunque e in grado di portare la musica e la gioia, nelle balere di tutto il mondo.