Quel treno che riaccende il confronto

Ci voleva il binario di Medioetruria a ridestare la politica aretina dal «letargo» nel qua...

Ci voleva il binario di Medioetruria a ridestare la politica aretina dal "letargo" nel quale era piombata. Un risveglio senza dubbio brusco ma che ha innescato il meccanismo del dibattito, pure acceso, dentro e fuori le coalizioni. Nel centrodestra la scelta della stazione a Creti porta a galla quello che finora covava sotto la cenere. Gli alleati accusano la Lega e il partito di Salvini contrattacca. È il sale della democrazia, anche quando è amaro per gli strappi che produce. E che poi, la buona politica deve essere in grado di ricucire per fare sintesi. Nel centrosinistra il nuovo corso di Barbara Croci al timone della segreteria provinciale inaugura un metodo che muove dal dialogo nel partito e sui territori. Qualcosa si è rimesso in moto. Finalmente.