Nasce nuovo villaggio della notte. Un locale di tremila metri quadrati sul viale a ridosso dello stadio

Giovedì in consiglio comunale l’alienazione degli spazi: prende corpo il progetto, sarà aperto tutto l’anno. A guidarlo Gabriele Tenti, figlio del patron del Centro chirurgico. Padiglioni, spazi riservati e stile mare.

Nasce nuovo villaggio della notte. Un locale di tremila metri quadrati sul viale a ridosso dello stadio

L’imprenditore Gabriele Tenti davanti al cantiere del locale vicino allo stadio

Lo stile? Tropicale. Quel fascino esotico e il richiamo al mare in una città lontana dal mood d’Oltreoceano. E invece, a giugno, c’è un "villaggio" delle notti estive ora in costruzione, che promette la "rivoluzione" che mancava. Debutto alle viste e cantiere che gira a pieno ritmo. Con un passaggio in consiglio comunale, giovedì, che accompagna il progetto lanciato da Gabriele Tenti, imprenditore e figlio del patron del Centro chirurgico toscano. Manager impegnato in sanità al timone di Sapra e sul fronte della sicurezza con un’azienda dedicata, Gabriele Tenti insegue da tempo un "pallino", come lo chiama lui, al quale sta dando gambe per camminare, anzi per correre considerato le tappe serrate dei lavori, proprio nel luogo dove un tempo c’era il Notti d’estate e da giugno in poi, segnerà il nuovo corso del Bambù Club. Nome che richiama lo stile esotico che Tenti sceglie per il "polo" dell’intrattenimento. Struttura aperta tutto l’anno, che si sviluppa su un’area di tremila metri quadrati vicino allo stadio, destinata ad assolvere non una ma più mission: "Sarà un locale con un settore dedicato alla ristorazione, un’area per cocktail e agli aperitivi, e uno spazio riservato agli eventi aziendali, dai meeting alle conviviali" spiega Tenti tra un’indicazione agli operai e una telefonata. La società fondata per realizzare il progetto, gestisce la struttura "ma in ponte c’è già l’idea di acquistarla". Avrà una capienza complessiva di circa duecento posti e cii lavoreranno tra venti e trenta persone considerato anche l’indotto. Intanto il passaggio di giovedì in consiglio comunale riguarda la pratica di alienazione di una "striscia di terreno che affianca il lato sud del locale e che abbiamo chiesto di rilevare per potenziare l’area parcheggio.

Attualmente ci sono 35 posti auto ma intendiamo raddoppiare l’offerta per i clienti, oltretutto evitando che le macchine vengano parcheggiate lungo la strada. Per questo abbiamo chiesto al Comune di rilevare questo pezzetto di terreno incolto". Cucina internazionale è la parola d’ordine degli chef dle Bambù Club ma non manca lo spazio per la cultura: "Pensiamo a spettacoli teatrali e serate con musica live ma soft".L’idea, Tenti l’ha mutuata con la moglie Ariana Souza nei tanti viaggi all’estero. E a giugno basteranno pochi passi per "un tuffo" ai Tropic.

Lucia Bigozzi