La distribuzione delle mascherine a Castiglion Fiorentino
La distribuzione delle mascherine a Castiglion Fiorentino

VALDICHIANA, 9 aprile 2020 - Siamo agli sgoccioli, le mascherine in Valdichiana sono state quasi tutte consegnate, mancano le ultime rifiniture, oggi Castiglion Fiorentino e Lucignano danno la stretta finale e comunque anche domani chi vorrà troverà i tavoli aperti dalle parti del Cassero potrà andarci. Il sigillo lo metteranno le consegne a domicilio nei confronti di quegli anziani, disabili e malati che hanno difficoltà ad uscire e che stanno prenotando al telefono.

A Castiglion Fiorentino nel primo giorno erano stati serviti oltre la metà dei nuclei familiari, ma dal Comune chiedono di fare con calma visto che sia oggi che domani ci sarà tempo per recarsi ai tavoli. Recarsi con le auto perché la dislocazione scelta dal Comune invita i cittadini a non giungere a piedi e quindi ad evitare quanto più possibile contatti e assembramenti.

Intanto ieri è terminata la distribuzione a Cortona, dove il sindaco ha dichiarato di aver raggiunto il 98% dei nuclei familiari in appena un giorno e mezzo, il risultato della mobilitazione che ha visto riversarsi i capifamiglia degli 8 mila abitanti di Camucia, tutti in piazza Sergardi, anche qui avverrà una rifinitura a domicilio nei confronti delle persone con fragilità.

Altra storia a Foiano, Lucignano e Marciano, dove è stata scelta la distribuzione porta a porta. A Foiano già martedì sera tutte le abitazioni erano state raggiunte, ieri i volontari delle associazioni sono tornati a citofonare a quelle case dove non avevano trovato nessuno, per chi non è stato raggiunto resta la possibilità di contattare il Comune.

Anche a Lucignano la distribuzione è agli sgoccioli, stamani vengono effettuati gli ultimi passaggi. Qui il Comune, oltre alle due mascherine della Regione, ne ha aggiunta una terza per ogni cittadino, si tratta di una di quelle provenienti dal carico spedito dagli amici di Tianning in Cina.

A Marciano la distribuzione è praticamente terminata, anche qui con il porta a porta, sono stati impegnati volontari della pubblica assistenza e il personale del Comune, dopo che consiglieri, assessori e sindaco hanno provveduto all'imbustamento.

Ieri è stata iniziata anche la distribuzione a Monte San Savino dove al quantitativo della Regione si è aggiunto quello donato dagli Amici del Monte. Anche qui, come a Castiglion Fiorentino, è stato utilizzato il sistema pit-stop con le auto e c'è un calendario che prevede lo scaglionamento sulla base del cognome.

Complessivamente in Valdichiana, contando i soli addetti ai lavori mobilitati per la distribuzione, sono state messe in campo circa 250 persone. Nel rispetto dell'ordinanza della Regione Toscana, che chiedeva di distribuire i dispositivi, senza specificare la modalità, le amministrazioni comunali hanno risposto ciascuna con le proprie caratteristiche organizzative.