Fabrizio Meoni e la figlia Maria Chiara
Fabrizio Meoni e la figlia Maria Chiara

Castiglion Fiorentino (Arezzo), 22 maggio 2021 - E' morta Maria Chiara Meoni, 18 anni, figlia di Fabrizio Meoni. Il pilota che morì nel 2005, vittima di un incidente in moto alla Parigi Dakar. Un lutto gravissimo che lascia la Toscana e la città di Castiglion Fiorentino nel dolore più grande. Fabrizio Meoni è stato un pilota apprezzatissimo anche per le sue doti umane.

Dolore a Castiglion Fiorentino

La sua morte sconvolse il mondo dei motori e in suo ricordo in questi anni sono stati tanti i progetti di solidarietà. Adesso questo nuovo lutto nella famiglia Meoni. Maria Chiara è stata vinta dalla malattia, scoperta poco tempo fa. Nella mattina di sabato 22 maggio la notizia si è rapidamente diffusa. 

Le parole del sindaco

Ed è stato il sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, che ha proclamato il lutto cittadino, a diffondere la notizia su Facebook, dedicando alcune parole alla giovane. "Sapevi di aver avuto un padre leggendario e adesso spero che tu possa correre assieme a lui. Hai avuto però anche una madre e un fratello straordinari che hanno dimostrato di essere speciali esattamente come Fabrizio", scrive il primo cittadino. 

"Ora è in braccio al suo babbo"

"Non ci sono parole che possano trovare un senso a questa situazione. Mitiga solo il conforto di sapere che sarà in braccio al suo babbo", si legge nelle centinaia di commenti sui social network. La comunità di Castiglion Fiorentino si è stretta intorno alla madre di Maria Chiara e moglie di Fabrizio Meoni, Elena, e all'altro figlio, Gioele. Che devono affrontare adesso una prova durissima.

I funerali

Sono stati fissati per domenica 23 maggio alle 16 a Castiglion Fiorentino i funerali di Maria Chiara Meoni. Si terranno nel piazzale del Rivaio. 

Chi era Fabrizio Meoni

Vincitore di due Parigi Dakar, Fabrizio Meoni morì in Mauritania durante l'edizione 2005 della corsa, in Mauritania. Iniziò da giovane nel motociclismo, poi si dedicò all'Enduro e alla gara più conosciuta al mondo per fascino e durezza. Vincerà due edizioni nella corsa: quella del 2001 e quella del 2002, diventando uno dei grandi nomi della competizione. Morì l'11 gennaio del 2005 proprio durante la gara, in un incidente. Quando Fabrizio morì, Maria Chiara aveva due anni. 

I tanti progetti di solidarietà

Fabrizio Meoni era molto impegnato nella solidarietà, la morte della figlia ha provocato sconcerto anche nei tanti volontari di 'Solidarietà in buone mani' che da anni si adopera per realizzare opere di bene soprattutto in Africa e in Perù. Ed è grande il dolore alla Fondazione Fabrizio Meoni. Che anche dopo la morte del campione ha continuato nei progetti di solidarietà verso l'Africa. "Vive in noi la speranza che da oggi padre e figlia saranno insieme abbracciati per sempre", si legge sulla pagina Facebook della Fondazione. “L’Africa mi ha dato tanto ed è giusto che restituisca qualcosa...”, è la frase di Fabrizio Meoni che è un po' il motto della Fondazione stessa. I progetti della Fondazione spaziano in più Stati africani: dal Sud Sudan, al Senegal, al Burkina Faso, alla Costa D'Avorio.