Lavori bloccati alla scuola media Buonarroti di Sansepolcro: caccia alla soluzione

L'amministrazione comunale di Sansepolcro è preoccupata per l'impasse sui lavori alla scuola media Buonarroti. L'aumento dei prezzi ha alterato le previsioni iniziali e l'amministrazione sta cercando una soluzione consensuale con la ditta, in attesa che la procedura si sblocchi.

Lavori bloccati alla scuola media Buonarroti, caccia alla soluzione
Lavori bloccati alla scuola media Buonarroti, caccia alla soluzione

SANSEPOLCRO

"La preoccupazione delle minoranze è la nostra. La situazione si è complicata, ma siamo fiduciosi si riesca presto a trovare una soluzione". Così l’assessore ai lavori pubblici e vicesindaco di Sansepolcro, Riccardo Marzi, nel corso del recente consiglio comunale, rispondendo a due distinte interrogazioni, presentate sia dal gruppo Pd-In Comune che da FdI-Sansepolcro Futura, in merito all’impasse sui lavori alla scuola media Buonarroti. "Tutto quello che abbiamo messo in campo come amministrazione comunale – ha aggiunto Marzi – viene sistematicamente vanificato. A fine 2022 ci siamo trovati di fronte l’amara realtà di blocco del cantiere per problematiche tecniche ed economiche, con la ditta che ha deciso di fermare i lavori. L’aumento dei prezzi registrato negli ultimi tre anni in merito agli appalti ha alterato le previsioni iniziali, né ora ci può venire in soccorso il Decreto Aiuti che termina il 31 dicembre di quest’anno". Da ricordare che l’opera alla Buonarroti era partita da 1,7 milioni di euro di costo, arrivando adesso a quasi 2,3 milioni di euro.

"Dal dicembre scorso – continua Marzi – abbiamo dialogato con la ditta con l’obiettivo di mettere in piedi una perizia di variante, mettendoci anche 400mila euro in più. C’era la speranza di poter riprendere l’iter interrotto, condiviso peraltro con la ditta che aveva anche ordinato ascensore e pavimenti. Dopodichè, all’indomani di svariati solleciti da parte nostra, la stessa ditta ci ha comunicato l’impossibilità di ricominciare i lavori, sia per i prezzi in vigore sia perché impegnata in altri cantieri. A quel punto davanti a noi due strade: o continuare il confronto con la ditta o andare verso la risoluzione del contratto. Abbiamo dato mandato al legale di procedere verso quest’ultima soluzione e anche la ditta avrebbe dato parere favorevole a risolvere in contratto in maniera consensuale. Siamo in attesa che si sblocchi la procedura".