Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

La "cena favolosa" con 20 ristoratori

Al Chiostro di San Francesco venerdì l’evento dedicato alle eccellenze del territorio. La vitalità del settore

castiglion fiorentino
Cronaca
Stefano Scricciolo, responsabile Confcommercio Valdichiana coi ristoratori
Stefano Scricciolo, responsabile Confcommercio Valdichiana coi ristoratori
Stefano Scricciolo, responsabile Confcommercio Valdichiana coi ristoratori

di Lucia Bigozzi

"Venti ristoranti castiglionesi, pasticcerie, forni e cantine metteranno estro e professionalità sui piatti e sulle tavole di una cena favolosa". I numeri sono quelli dell’evento alle porte del Maggio che Stefano Scricciolo, responsabile Confcommercio Valdichiana, richiama accanto al menù di "Favola in tavola", serata dedicata alle eccellenze del territorio e a quelle della ristorazione nel suo complesso, allestita nel chiostro di San Francesco, nel centro della città. Evento conviviale che non conosce "campanili" ma che semmai, conferma l’attivismo di una tra le categorie economiche più colpite dallo tsunami della pandemia. Ora, è tempo di ripartire e l’evento di dopodomani è il primo segnale di ritorno alla normalità nel contesto di un Maggio Castiglionese che ha già "misurato" la vitalità dei settori trainanti del Pil locale; dall’imprenditoria agricola, al mondo dei vivaisti e degli orticoltori, protagonisti al piazzale Garibaldi di una "session" gettonatissima dalle migliaia di visitatori nei primi due weekend della kermesse, apripista dell’altro evento clou del calendario castiglionese: il Palio dei Rioni (la terza domenica di giugno). "Abbiamo promosso e organizzato l’evento conviviale con l’entusiasmo degli operatori del settore pronti a ripartire dopo due anni di lavoro a singhiozzo. E’ un’occasione per promuovere la qualità delle materie prime e l’estro dei ristoratori nel preparare piatti della nostra tradizione.

Quest’anno si aggiungono le pasticcerie e i forni per ampliare l’offerta impreziosita dall’abbinamento con i vini del territorio a cura dei sommelier Ais che serviranno ai tavoli. Sarà una serata elegante, perchè accanto ai professionisti della ristorazione, è importante valorizzare anche il nostro stile, unico e inconfondibile", aggiunge Scricciolo che non tralascia la sottolineatura sullo shopping serale con le vetrine dei negozi accese e le porte aperte agli appassionati di acquisti. "La città si conferma meta ideale per un pranzo o una cena, un valore complementare ai tantissimi negozi per lo shopping in un binomio di qualità e professionalità sul quale puntiamo molto per sostenere la ripresa soprattutto nella stagione estiva ormai alle porte e nella quale contiamo di recuperare molto del terreno lasciato agli effetti della pandemia", osserva l’esponente dell’associazione di categoria. L’iniziativa è realizzata da Confcommercio in collaborazione con la Camera di Commercio di Arezzo e Siena, la Regione Toscana attraverso il progetto "Vetrina Toscana" e il Comune che a "Favola in tavola" aggiunge un nuovo carnet di iniziative per il fine settimana tutto dedicato alla tradizione enogastronomica.

L’evento di venerdì sera (alle 20, prenotazione obbligatoria) apre la strada ad Agreste (sabato), happening sulla tradizione contadina e le sue specialità culinarie a cura del rione di Porta Romana. Il Cassero propone la classicissima "merenda rustica" a Mammi (domenica) in occasione della festa di Santa Croce, mentre il terziere di Porta si concentra sui "Piccoli in Piazza" (domenica) con l’esibizione di sbandieratori e musici "in erba" dei rioni e non solo, in un percorso che si snoda per le vie del centro fino a piazza del municipio nel gioco di specchi dove Castiglioni riflette la sua bellezza.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?