Arezzo, 9 luglio 2015  - Il Mix Festival cala definitivamente la maschera. E' giunto alla quarta edizione, ed è promosso da Comune di Cortona, Gruppo Feltrinelli e Regione Toscana, in collaborazione con Fondazione ORT, Accademia degli Arditi e Officine della Cultura. Appuntamento dal 25 luglio al 2 agosto.

E così, fra antiche mura, palazzi storici, chiese e chiostri silenziosi, si possono incontrare autori come Daniel Pennac, Concita De Gregorio, Livia Manera, Luca Bianchini, Fabio Genovesi, Greta Scacchi (chi non ricorda l'incredibile Carolyn Polemous di "Presunto Innocente"?), Alessandro Mari, Tito Faraci, ascoltare testimonianze di impegno sociale e impresa con Emanuela Imprescia, Brunello Cucinelli, celebrare i 60 anni della Feltrinelli con la mostra Feltrinelli 60.

Per i concerti  le performance dell’Orchestra della Toscana con Giovanni Sollima e Frédéric Chaslin. Chi predilige le armonie contemporanee ha modo di rivivere le colonne sonore del cinema, con il Quintetto di Ottoni e Percussioni dell’ORT, ascoltare le Lezioni di incendio con Mario Castelnuovo e scatenarsi con il soul-funky jazz di Mario Biondi e, nella serata finale, con il Max Weinberg Quintet con Webnotte speciale Cortona condotto da Ernesto Assante e Gino Castaldo con ospiti speciali Nina Zilli e Stefano Di Battista e, a seguire, con il dj set di Alex Neri dei Planet Funk.

Sul piano teatrale le Storie e controstorie – racconti d’estate di e con Ascanio Celestini, lo spettacolo-tributo di e con Ale & Franz Gaber, Jannacci, Milano, Noi. Non mancano le prospettive cinematografiche, con il ciclo di proiezioni quotidiane. E anche i laboratori, come Cibo buono per tutti!, dedicato ai più piccoli (a cura della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli).  

Sulle orme di Dickens, suo autore di riferimento, Alessandro Mari ripercorre la sua esperienza di narratore e mette a fuoco tutti quei personaggi che nei suoi scritti sanno guardare oltre, aprendosi a tutti senza confini. La grande letteratura continua a essere protagonista con il Premio Strega Nicola Lagioia a Cortona (in dialogo con il direttore della Fondazione Bellonci Stefano Petrocchi lunedì 27 luglio, ore 19, Sant’Agostino) e con Livia Manera che nel suo Non scrivere di me (Feltrinelli) ha raccontato i rendez-vous e la quotidianità con i suoi scrittori americani preferiti: ne parla al pubblico di Cortona insieme ad Alessandro Mari nell’incontro America amore mio (mercoledì 29 luglio, ore 17.30, Sant’Agostino).

E poiché la principale fonte ispiratrice dello storytelling è la vita di ciascuno di noi, spesso più ricca, avventurosa o tragica di qualsiasi romanzo, al Cortona Mix Festival i libri sono anche porte per entrare discretamente in vicende personali o in testi che, pure attraverso l’invenzione, invitano a riflettere sull’esistenza. Come Emanuela Imprescia che intervistata da Alessandra Tedesco parla del Coraggio del dono (giovedì 30 luglio, ore 17, Sant’Agostino): da anni impegnata con l’Admo, l’Associazione donatori di midollo osseo, porta al festival il dramma familiare a lieto fine raccontato nel libro Dono. Lettera alla sconosciuta che ha salvato mio figlio (Feltrinelli). E Concita De Gregorio, che nell’incontro L’intelligenza del cuore (Sabato 1 agosto, ore 18, Sant’Agostino) ripercorre un’atroce vicenda di cronaca grazie alla testimonianza diretta della protagonista, Irina, che ha ispirato il libro Mi sa che fuori è primavera (Feltrinelli), di cui Galatea Ranzi legge alcuni passi.

Storie narrate da non perdere anche quelle degli incontri con Luca Bianchini in dialogo con Anna Cherubini (lunedì 27 luglio, ore 17.30, Sant’Agostino), che nel suo ultimo romanzo Dimmi che credi al destino (Mondadori) invita a prestare attenzione a quelle concatenazioni di piccoli e grandi eventi quotidiani che sembrano casuali ma non lo sono, e con Fabio Genovesi, in dialogo con Teresa Ciabatti martedì 28 luglio alle 17.30 a Sant’Agostino sul suo ultimo libro Chi manda le onde (Mondadori), vincitore del Premio Strega Giovani, in cui le vite dei protagonisti vengono improvvisamente mandate alla deriva dallo tsunami del destino.

E con Greta Scacchi (mercoledì 29 luglio, ore 19, Sant’Agostino), che porta al Festival il suo amore per l'arte, la letteratura, il teatro, il cinema. Le storie narrate e vissute salgono sul palco del festival anche con tre spettacoli teatrali d’eccezione: a cominciare dalle Storie e controstorie – racconti d’estate di e con Ascanio Celestini (venerdì 31 luglio, ore 21.30, Teatro Signorelli), che nell’atmosfera sospesa di suoni e luci in pieno stile mix delle arti, propone uno spettacolo all’insegna del confine sottile e spesso invisibile fra comicità e tragedia.

Domenica 26 luglio Ale & Franz portano a Cortona (ore 21.30, Piazza Signorelli) il loro show Gaber, Jannacci, Milano, Noi: un’occasione per rendere omaggio a due grandi maestri e riflettere sul loro percorso umano, artistico e geografico, che come per gli stessi Ale & Franz ha aiutato e guidato la crescita di tanti artisti. Dal teatro al grande schermo, mercoledì 29 luglio (ore 17, Sant’Agostino) è protagonista la storia di Martha Hill, con il film Miss Hill: Making Dance Matter di Greg Vander Veer e l’incontro con Lucia Oliva a cura dell’Associazione Sosta Palmizi: una donna poco conosciuta che ha dedicato la vita alla sua passione, la danza, battendosi fra ideali e politica per far affermare in America lo statuto artistico della danza moderna. Attraverso immagini d’archivio e interviste, l’avventura di una bambina dell’Ohio dai primi passi di danza alle collaborazioni con i ballerini e coreografi più importanti del mondo.

Se una favola come Cenerentola apre il festival, non può mancare il ballo: ecco allora giovedì 30 luglio (ore 21.30, Teatro Signorelli) la Belles de Sommeil (La bella addormentata), della Compagnia Opus Ballet a cura della Fondazione Toscana Spettacolo, per la regia e coreografia di Philippe Talard, con musiche originali di Armand Amar e scene di Max Kohl. Una suggestiva novità di quest’edizione del Cortona Mix Festival, che unisce il repertorio classico al piacere di ascoltare la musicalità di uno strumento d’epoca, è il concerto di Francesco Tasini con musiche di J.S. Bach a cura dell’Associazione Organi Storici: sabato 25 luglio alle 17.30 nella Cattedrale,

Per gli amanti della musica contemporanea, lunedì 27 luglio arriva a Cortona in Piazza Signorelli la voce calda e profonda di Mario Biondi, con il suo Beyond Tour. Si cambia genere martedì 28 luglio e la passione per la musica si fonde con quella per il cinema: il Quintetto di Ottoni e Percussioni dell’ORT propone infatti Le più belle colonne sonore del cinema di Hans Zimmer, Ennio Morricone, Lalo Schifrin, Nicola Piovani, a cura della Fondazione Toscana Spettacolo (ore 19.30, Chiesa di San Francesco). Il viaggio per suoni e immagini arriva ad attraversare i continenti con La musica delle culture (martedì 28, ore 21.30, Piazza Signorelli), il concerto dell’Orchestra Multietnica di Arezzo con Frank London, condotta da Enrico Fink.

Il mix di sonorità prosegue sabato 1 agosto con le Lezioni di incendio (ore 19, Teatro Verde Monti del Parterre) di Mario Castelnuovo, accompagnato al violoncello, pianoforte e voce da Giovanna Famulari e alle chitarre da Stefano Zaccagnini. In uno spettacolo che porta il nome del suo ultimo album, il cantautore romano riannoda i fili della sua produzione artistica, fra brani famosi, racconti, sorrisi e provocazioni verbali. Al confine fra danza, arte e turismo culturale, Secret Pieces – Libere azioni e Itinerario poetico (1 e 2 agosto, Centro storico di Cortona), a cura dell’Associazione Sosta Palmizi: un percorso che attraversa spazi, strade e scorci di paesaggio urbano animati e abitati dagli artisti, accompagnando gli spettatori alla scoperta di luoghi segreti e svelando un modo diverso di viverli. Il tutto in compagnia di tre coppie di artisti: Federica Tardito e Aldo Rendina, Elisa Canessa e Federico Dimitri, Olimpia Fortuni e Pieradolfo Ciulli. Domenica 2 agosto ultimo giorno al ritmo pulsante del rock con il Max Weinberg Quintet e Webnotte speciale Cortona (ore 21.30, Teatro Signorelli), condotto da Ernesto Assante e Gino Castaldo che accolgono la cantautrice Nina Zilli e il sassofonista Stefano di Battista.