Il libro della valdarnese Sara Romoli sarà presentato domani a Cavriglia

E' la storia di una giovane donna che, a soli 26 anni, si trasferì in America con pochi dollari in tasca e tanti sogni.

Sara Romoli

Sara Romoli

Arezzo, 10 luglio 2024 – L'emozionante e difficile percorso di una giovane donna che a 26 anni si trasferisce a New York con soli 500 dollari in tasca, senza conoscere la lingua e senza alcun punto di riferimento. È il contenuto di " Tante vita per un sogno", il libro scritto dalla scrittrice Sara Romoli, originaria di Figline e da anni residente in America. La prima parte del secondo capitolo della sua trilogia sarà presentata questo giovedì 11 luglio, alle ore 20.45, all'anfiteatro del Centro Polisportivo Culturale di Bellosguardo a Cavriglia , in un evento che vede il patrocinio del Comune. Dopo i saluti istituzionali dell'amministrazione comunale cavrigliese prenderanno la parola il poeta e docente Silvestro Neri e l'autrice. Al termine della presentazione brindisi con tutti gli intervenuti. Il nuovo libro di Romoli non è altro che la continuazione del viaggio partito con "L'inizio", la sua prima trilogia, dove Sara raccontava le motivazioni e le disavventure del suo trasferimento. La parte I e II de "Il sogno" si focalizzano invece sulla sua vita nella Grande Mela, tra speranze, disillusioni ed errori, ma anche sulla sua tenacia nell'affrontare le sfide quotidiane.

“La paura del fallimento è l’unico vero ostacolo tra noi e i nostri sogni - racconta la scrittrice - Le tante vite che viviamo per realizzarli sono pagine di uno stesso libro. Il destino ci presenta numerose situazioni e responsabilità che possono sopraffare, distogliendoci per un po’ da quello che desideriamo davvero. Pure, come spesso accade, eventi inaspettati ci riportano sulla giusta strada. In questa prima parte del secondo libro della trilogia, vi immergerete in un racconto travolgente. Conoscerete le numerose vite che ho vissuto e i percorsi che mi hanno condotto alla realizzazione del mio sogno. Chiunque potrà ritrovarsi in questa storia. È un sentiero disseminato di cadute, errori e fallimenti che sembrano riportarci al punto di partenza. Nei momenti più disperati - spiega Sara - ci sentiamo persi, non ci riconosciamo più. Solo tornando dove tutto è iniziato, ritroviamo noi stessi. Non lasciatevi guidare dalle paure, ma dalle speranze e dai vostri sogni. Non pensate alle frustrazioni, ma al vostro potenziale ancora inespresso. Non preoccupatevi dei tentativi falliti, ma di ciò che vi è ancora possibile realizzare.” Un elemento centrale del nuovo libro è la figura di Marco Masini, caro amico di Sara e suo concittadino, che condivise con lei il desiderio del sogno americano e rappresentò la sua coscienza e il richiamo ai valori più profondi. Marco, pur realizzando il suo sogno, decise infine di tornare alla sua famiglia, dimostrando che i sogni non hanno scadenza e che le radici e gli affetti più cari devono sempre essere prioritari. Come per il suo primo libro, il ricavato delle vendite del libro su Amazon sarà interamente devoluto ad Adele Pagliucoli, figlia di Gregorio, un altro caro amico di Sara, morto prematuramente qualche anno fa.