Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Giovani e caro energia, l’ultima sfida "La politica sia accanto alle imprese"

Prospettive e richieste all’inaugurazione della 41esima edizione. "Serve investire sulla formazione delle nuove leve"

erika pontini
Cronaca
L’inaugurazione della 41esima edizione di OroArezzo, a destra i protagonisti
L’inaugurazione della 41esima edizione di OroArezzo, a destra i protagonisti
L’inaugurazione della 41esima edizione di OroArezzo, a destra i protagonisti

di Erika Pontini Non è ancora il clou degli scambi. E’ il giorno della grande festa: giù le mascherine, avanti con il ritorno di una Fiera dell’oro in presenza. Ma nonostante i segnali di ripresa (+13,2 sul 2019 di un export che vale 8,8 miliardi), la voglia di ripartenza, gli occhi puntati sui numeri della quattro giorni ad Arezzo fiere targati Ieg, presenti 300 stand e altrettanti buyer internazionali (da 60 paesi), dal palco arriva un richiamo alla responsabilità politico istituzionale perché la ripartenza non sia una chimera. E’ la presidente della Provincia, la civica Silvia Chiassai, a pigiare sull’acceleratore delle coscienze. "Il mondo orafo è riuscito a stare al passo con i tempi portando avanti un cammino di generazione in generazione, a investire in digitalizzazione e lo ha fatto nonostante la politica". Nonostante, ovvero senza aiuti ma con vincoli, paletti e burocrazia. Quando invece – dice la sindaca civica – la politica dovrebbe stare al fianco di imprese che occupano 8mila addetti (10mila con l’indotto) e sono pronte a investire ancora, restando sul territorio. Cominciando da quel gap. "Le aziende assumono ma occorre creare un nuovo corso legato all’oro e alla moda per formare e attrarre i giovani". La Provincia sta lavorando, anche senza ’mandato’ "attraverso una stretta sinergia tra il mondo della scuola e quello del lavoro per la formazione di nuove maestranze specializzate, indispensabili per continuare a sviluppare un futuro di eccellenze". Gli fa eco Luca Parrini, presidente della Consulta orafa (da giugno il passaggio del testimone a Cna) che ricorda la resilienza del settore fatto di tante "piccole imprese" (nel 50% di famiglie di Arezzo c’è un lavoratore dell’oro) che hanno "saputo adattarsi" e si sono viste private, durante il Covid, del rapporto necessario con i clienti. Ma Parrini ricorda le difficoltà: reperire materie prime, caro energia ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?