Controlli
Controlli

Arezzo, 2 dicembre 2019 - Fa il biglietto online per l'autobus, ma lo multano perchè "sarebbe entrato in vigore dopo tre minuti".

E' successo a Flavio Fusi, 26 anni. Tra l'incredulità sua e dei paseggeri del pullman che lo stava portando alla  palestra dell'oratorio Don Bosco di San Leo.

Il ragazzo fa il biglietto per strada via Sms. Sale a bordo dell'autobus e, "Alla fermata successiva salgono i controllori, fatto di cui mi compiaccio" racconta. "Mostro con sicurezza l'SMS con la conferma del biglietto al controllore che, però, replica: "Questo biglietto è valido tra 3 minuti. Favorisca il documento, la devo multare".

"Non mi capacito della sua affermazione e mi viene spiegato che il biglietto via SMS è valido a 5 minuti dalla ricevuta conferma, informazione tutt'altro che lampante sul sito web dell'azienda, che avevo consultato per avere il numero tramite il quale usufruire del servizio".

"Addirittura mi viene contestato di aver fatto il biglietto a vista perchè avevo il telefono in mano, che invece avevo preso dalla tasca proprio per mostrare il biglietto. Spiego le mie ragione e ammetto la mia ignoranza, ma il controllore è irremovibile e procede a farmi la multa" continua a raccontare.

Il controllore, compiuto il suo dovere, consegna la multa a Flavio e scende dall'autobus. "Mentre ricevo la  solidarietà dai  passeggeri, scorro i dettagli della multa di 42,50 euro e noto che comprende anche l'importo del biglietto di 2,50 euro".

"Procederò a presentare ricorso alla società che gestisce il servizio ma ci tenevo a segnalare il fatto, non solo per condividere la mia amarezza per aver ricevuto un multa per un biglietto pagato, ma per segnalare anche ad altri cittadini che il biglietto via SMS è valido solo dopo 5 minuti. Un servizio non esattamente "smart".