Elezioni, tutti gli uomini del tris. La mappa Comune per Comune. Agnelli attendista, Sanni vicino al sì

Si va componendo il quadro delle candidature dopo il via libera al terzo mandato. Toni e Tellini in campo. A Castiglion Fiorentino il sindaco ci pensa e a Lucignano la pasionaria Casini torna in lizza. Il caso Foiano. .

Elezioni, tutti gli uomini del tris. La mappa Comune per Comune. Agnelli attendista, Sanni vicino al sì
Elezioni, tutti gli uomini del tris. La mappa Comune per Comune. Agnelli attendista, Sanni vicino al sì

Fuori il tris. E fuori i sindaci pronti sulla rampa di lancio. Il quadro comincia a delinearsi anche se c’è chi non vuole sciogliere la riserva e temporeggia. È il caso di un sindaco "atteso al varco" della decisione che non sarà indolore per i potenziali successori. È il caso che a Castiglion Fiorentino "appende" la maggioranza di centrodestra al sì o al no di Mario Agnelli, sindaco-protagonista (non solo dentro le mura cittadine) che si è preso due settimane per riflettere. Ma è evidente che l’opportunità del terzo mandato rappresenta una chance troppo ghiotta, sopratutto se proiettata in chiave 2024 con le provinciali e 2025 con il tandem Comune di Arezzo e Regione. E in questa chiave di lettura la marcia di avvicinamento verso il "sì", sembra avviata. Vedremo.

Chi ha rotto gli indugi è Sergio Chienni a Terranuova Bracciolini che potrebbe essere seguito a ruota dal collega di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti o Sanni. Già prima del via libera da Roma, aveva manifestato disponibilità anche se, come sempre accade in politica, niente è scontato. Così come "non è scontato il terzo mandato", dice una sindaca che oggi ufficializzerà il suo sì al tris. E del resto, dopo dieci anni al timone della nave, serve feeling coi cittadini oltre a un programma che vada oltre l’ordinaria amministrazione. Qualcosa, insomma, che faccia sognare chi a giugno (8 e 9) è chiamato a scegliere il governo locale.

La trama è la stessa nei comuni più piccoli, quelli sotto i cinquemila abitanti che per legge possono aprire le porte a mandati infiniti. Qui il puzzle dei nomi ha tessere già sicure. A Poppi, il sindaco Carlo Toni annuncia la ridiscesa in campo". Nessuna decisione, al momento, si leva da Talla con la sindaca uscente Eleonora Ducci che potrebbe essere tentata dal terzo mandato. Che per Giampaolo Tellini, al timone del municipio di Chiusi della Verna coincide con l’avvio della campagna elettorale: lui è già impegnato nella cavalcata elettorale verso giugno. E a Lucignano la sindaca-pasionaria dem Roberta Casini torna il lizza per il tris. Sono alcuni dei protagonisti in campo. Ma a Foiano l’uscente Francesco Sonnati è rimasto al palo e oggi il centrosinistra ufficializza la corsa del suo vice, Jacopo Franci. A Pratovecchio Stia la sfida è tra il sindaco uscente Nicolò Caleri (centrosinistra) e l’ex sindaco Luca Santini a un passo dalla candidatura. Tra le piazze "calde" ci sono San Giovanni Valdarno e Cortona. Due comuni con più di quindicimila abitanti dove la partita è infuocata. A San Giovanni Valentina Vadi corre per il bis mentre il fronte (largo) delle opposizioni sta valutando il competitor. Ma è da Cortona che la politica - non solo locale - passa e pure il voto che ridisegnerà equilibri dentro gli schieramenti. Perchè se il Pd si è ricompattato - non senza maldipancia - sul nome di Andrea Vignini, è il centrodestra ad affrontare i tornanti più impegnativi. Le forze della coalizione lanciano la candidatura di Nicola Carini e abbandonano Luciano Meoni al primo mandato. Lui non molla e allo "sgambetto" del centrodestra contrappone la sua corsa. Due candidati nello stesso recinto. Alle stoccate di Carini nell’intervista a La Nazione Meoni non replica e sceglie il silenzio. Che, forse, prelude alla battaglia.

Lucia Bigozzi