MARCO CORSI
Cronaca

Contenzioso con Engie Servizi. Il gruppo Avanti Montevarchi chiede chiarimenti al Sindaco

“Non siamo stati mai contrari all’utilizzo dello strumento del partenariato pubblico-privato, ma le modalità con le quali Chiassai Martini li ha realizzati nei suoi anni di governo ci ha sempre destato stupore”, ha detto il consigliere Camiciottoli.

Fabio Camiciottoli

Fabio Camiciottoli

Arezzo, 17 maggio 2023 – Silvia Chiassai Martini chiarisca il contenzioso con Engie servizi Spa. Lo ha chiesto, con una apposita interpellanza, il consigliere di Avanti Montevarchi Fabio Camiciottoli, in relazione ad una delibera di giunta del 2 marzo scorso, nella quale è prevista la nomina di un legale per sostenere gli interessi del Comune in un ricorso “per accertamento tecnico preventivo contro la società”. “Engie – ha spiegato il gruppo di minoranza – non avrebbe rispettato quanto concordato nel 2014, non effettuando, a fronte dell’affidamento per 12 anni del servizio energia del Comune (in sostanza la gestione, la manutenzione e la fornitura di combustibile per gli impianti termici degli edifici dell’Ente), gli investimenti promessi”.

“Saranno i legali e le sedi a stabilire chi ha torto e chi a ragione – ha aggiunto Camiciottoli – Quello che colpisce nella parte narrativa della delibera é che il Comune ha scoperto l’inadempienza presunta ben 7 anni dopo la stipula del contratto citato, 5 anni dei quali sotto la giunta Chiassai Martini che, notoriamente, rivendica una grande efficienza. Colpisce il fatto che la stessa società sia stata promotrice e vincitrice, nello stesso periodo, di un progetto di finanza relativo alla pubblica illuminazione e agli impianti termici del Comune, aggiudicandosi anche la ristrutturazione del Palazzetto dello Sport con contributo pubblico. Progetto di Finanza decantato da Chiassai Martini quale operazione innovativa e di grande impatto per Montevarchi”.

Il gruppo consiliare ha sottolineato che il Sindaco, per motivi di trasparenza, dovrebbe chiarire nei dettagli il contenzioso e le ragioni per le quali le verifiche amministrative si sono svolte in ritardo su contratti risalenti a tanti anni addietro. “Dovrebbe chiarire inoltre se ritiene sia stato plausibile affidare alla stessa società, oggi considerata inadempiente, ulteriori servizi e la realizzazione della ristrutturazione del Palazzetto dello Sport, con l’accompagnamento di un cospicuo finanziamento pubblico”, ha precisato Camiciottoli. Ma le richieste della minoranza non finiscono qui.

Si chiede infatti se l’attuazione degli investimenti del Progetto di Finanza è congruo, nella quantità e nei tempi, con quanto scritto nel Piano economico-finanziario previsto e nelle successive convenzioni. “E, visto che ci siamo – ha continuato Camiciottoli – vorremmo che il Sindaco rendesse pubblici i costi in canoni che attualmente l’amministrazione sostiene per verificare i vantaggi tanto decantati. Non siamo stati mai contrari all’utilizzo dello strumento del Partenariato pubblico-privato, ma le modalità con le quali Chiassai Martini li ha realizzati nei suoi anni di governo cittadino ci ha sempre destato stupore. Approvare atti così complessi e che impegnano il Comune per molti anni a venire senza dibattito (grazie ad una maggioranza che alza la mano a prescindere e spesso ci da l’impressione di non sapere cosa vota) e concedendo alle minoranze qualche giorno per analizzare centinaia di pagine zeppe di piani tecnici ed economici non era e non è accettabile”.

“E’ l’ora che si faccia chiarezza su ognuno dei Partenariati realizzati, da quello che vede protagonista Engie e riguarda anche l’illuminazione pubblica a quello sullo Stadio Brilli Peri, per arrivare all’ultimo promosso, quello che concede il diritto di superficie sugli immobili comunali per la realizzazione di impianti fotovoltaici e la costituzione di una Comunità Energetica Rinnovabile – ha concluso Avanti Montevarchi – Terreno complicato per la mancanza di normative tecniche ed economiche nazionali indispensabili e per le difficoltà a capire il vantaggio che ne deriverebbe per i cittadini. Mentre ci avviamo alla parte finale del “regno” Chiassai Martini, sarà bene avere chiaro quello che spetterà caricarsi nel futuro”.