Concerto a Ponte Buriano. Chitarra e violino sull’Arno

Arriva il duo Carlotta Dalia e Giuseppe Gibboni: le atmosfere irripetibili

Concerto a Ponte Buriano. Chitarra e violino sull’Arno

Concerto a Ponte Buriano. Chitarra e violino sull’Arno

La chitarra di Carlotta Dalia e il violino di Giuseppe Gibboni, primo violinista che nel 2021 ha riportato in Italia dopo 24 anni il prestigioso "Premio Paganini", saranno i protagonisti dell’imperdibile concerto di sabato 29 giugno alle 18,30 sul suggestivo ponte di Buriano, che secondo alcuni storici dell’arte viene raffigurato nella celebre Gioconda di Leonardo da Vinci. In arrivo un programma composto dalla Sonata in mi minore per violino a chitarra e Capricci 5-24 per violino di Niccolò Paganini, Il trillo del diavolo per violino e chitarra di Giuseppe Tartini, il Capriccio arabo per chitarra di Francisco Tarrega, il Gran Solo Op. 14 per chitarra di Fernando Sor e Histoire du tango di Astor Piazzolla. L’evento è organizzato da Fondazione Guido D’Arezzo in collaborazione con Associazione Culturale Ponte Futuro. "Due giovani e bravissimi artisti in un uno dei luoghi più iconici della Toscana - dichiara Lorenzo Cinatti - in un vero connubio di arte e bellezza. Ponte Buriano per una sera sarà il palco privilegiato per gli spettatori che in questo contesto vorranno godersi il suono del violino del vincitore del Premio Paganini insieme a una delle più talentuose chitarriste italiane". Giuseppe Gibboni, vincitore della 56esima Edizione del Concorso Internazionale di Violino "Premio Paganini" di Genova nell’ottobre 2021, è stato il primo violinista a riportare all’Italia il Premio Paganini dopo 24 anni dal 1997. In tale occasione si è aggiudicato anche il premio del pubblico e due premi speciali per la migliore interpretazione di Capricci e del Concerto per violino di Niccolò Paganini. Ha suonato con la chitarrista Carlotta Dalia su invito del Presidente della Repubblica al Quirinale.