Caso Paffetti, consiglio d’urgenza. Branchi salvo: l’obiettivo è ricucire

Il direttivo di Porta Crucifera, prima dell’assemblea dei soci, si è riunito per parlare del titolare dimissionario. Il capitano ha motivato la separazione: questioni tecniche sull’uso dei cavalli. Il quartiere fa quadrato.

I rossoverdi difendono il capitano Alberto Branchi e fanno quadrato intorno a lui. Nella riunione convocata per martedì sera d’urgenza dal rettore Andrea Fazzuoli, il consiglio direttivo ha deciso di fare quadrato intorno al suo capitano sulla delicata questione di Niccolò Paffetti. Ed è questa la linea che i dirigenti hanno deciso di portare nell’assemblea dei soci di ieri sera.

Il concetto che i rossoverdi hanno voluto far emergere è che adesso che Porta Crucifera ha un suo campo di allenamento e anche cavalli di proprietà in fondo dettare delle regole ai giostratori non è poi così sbagliato. E sembra che proprio queste direttive di allenamento siano quelle che hanno provocato contrasti ed allontanato dal quartiere rossoverde il giovane giostratore Niccolò Paffetti che da alcuni giorni ha lasciato le scuderie rossoverdi ed ha portato i suoi cavalli al centro ippico dell’ex giostratore e allenatore Marco Cherici.

Il rettore Andrea Fazzuoli, appena rientrato dalla vacanza in Brasile, ha cercato subito di prendere in mano la vicenda e cercare di ricucire gli strappi avvenuti quando lui era assente.

La questione con Alberto Branchi è già stata chiarita. Il capitano ha ricevuto l’appoggio del consiglio direttivo ed ha anche una sua squadra alle scuderie che lo sostiene. Come anche lo stesso allenatore Maurizio Sepiacci. Il rettore Fazzuoli ha già contattato ed incontrato anche Niccolò Paffetti, ma non si sa ancora come andrà a finire la vicenda e se la dirigenza rossoverde riuscirà a far tornare sulla sua decisione il giovane giostratore.

Nella giornata di ieri ci sono stati più contatti e più riunioni prima dell’assemblea dei soci, che tra l’altro all’ordine del giorno aveva l’approvazione del bilancio e la definizione della quota sociale. Per la questione Paffetti solo il punto varie ed eventuali. Su tutta la vicenda un ruolo molto importante lo gioca adesso anche l’ingaggio di Gabriele Innocenti. Un giostratore esperto che ha già corso e vinto Giostra con Porta del Foro e che, dopo un periodo di stop, cerca riscatto a Porta Crucifera.

In un primo momento sembrava che fosse stato preso per sostituire Andrea Bennati nella Prova Generale, ma adesso le sue quotazioni sono salite notevolmente, anche per tutte queste questioni sospese. E potrebbe davvero succedere, se l’addio di Niccolò Paffetti diventa definitivo, che la casacca da giostratore titolare venga assegnata a Gabriele Innocenti.