Arezzo, 22 novembre 2019 - Ha salvato il suo bambino di due mesi che stava soffocando, lo ha fatto al telefono col 118 che gli indicava le manovre di soccorso, mentre l'ambulanza correva già verso la zona, a rischio però di arrivare troppo tardi in una situazione così delicata. E' successo ieri sera in via Marconi, pieno centro, dove un giovane babbo è riuscito a trovare la freddezza per seguire i consigli che gli venivano dagli operatori specializzati ed evitare il peggio. Pochi minuti ma di assoluta paura, anche se alla fine tutto si è risolto per il meglio: il piccolo ora sta meglio,è ricoverato in ospedale ma non è in pericolo di vita.

L'allarme è scattato alle 21,45, quando il bimbo, raffreddato, ha avuto un rigurgito di latte che gli ha bloccato le vie respiratorie. Subito la telefonata disperata del babbo al 118, dove chi ha risposto ha capito subito quanto la situazione fosse difficile e non ci fosse neppure ill tempo di inviare l'ambulanza. Quindi i consigli al padre perchè cominciasse da solo le manovre di soccorso, che in breve hanno dato il risultato di riuscire a far respirare il piccolo. Nel frattempo, in via Marconi è arrivata anche l'ambulanza, con i soccorritori che hanno preso in mano la situazione, ma il peggio era già passato.