L'incidente
L'incidente

Arezzo, 1° giugno 2018 - Attraversano la strada sulle strisce pedonali, ma un’auto piomba su di loro. Secondo le prime analisi effettuate in ospedale e non ancora ufficiali, l’investiore, sulla cinquantina, è risultato positivo alla droga. E’ anche schedato in prefettura come assuntore. Un anziano e la badante erano in giro per la consueta passeggiata mattutina, approfittando delle belle giornate. Lui ottanta anni, e lei quarantenne polacca.

Facevano due passi a braccetto, per sostenere la camminata non più lesta dell’uomo. Erano le 10, in giro a quell’ora c’è tanta gente, chi per commissioni, chi per lavoro. Anche gli autobus marciano a pieno regime. Siamo in via Signorelli, davanti alle vetrine degli uffici dell’Aci. I due sono sul marciapiede, camminano fin quando non trovano le strisce pedonali. Si fermano, «Ecco qui possiamo attraversare».

Un gesto automatico, fatto e rifatto mille volte, ma ieri su di loro è piombata un’auto. Stava arrivando dall’incrocio di via Giotto. E’ come se l’uomo alla guida, un cinquantenne di origine partenopea, ma residente ad Arezzo, non si fosse nemmeno accorto dei due. Di quell’uomo e di quella donna che, a passo lento, erano in mezzo alla strada.

L’impatto e poi la caduta a terra. Intorno c’è stato un corri corri generale. In tanti, cellulare alla mano, hanno chiamato il 118. Sul posto sono arrivate due ambulanze, auto mediche e la polizia municipale. All’arrivo dei sanitari l’anziano e la donna erano ancora a terra, sull’asfalto, avevano perso sangue. Sono stati immediatamente caricati sulle ambulanze per ricevere i primi soccorsi.

Nel frattempo la polizia municipale ha cercato di capire, anche attraverso i numerosi testimoni, cosa fosse accaduto, anche se la dinamica era abbastanza chiara. L’auto ferma sulle strisce, i due davanti, a terra. L’uomo alla guida dell’auto, una Peugeot 207, era in evidente stato di alterazione. Nella sua auto sarebbero state trovate delle siringhe.

Dopo gli accertamenti è stato portato al pronto soccorso del San Donato per effettuare le analisi tossicologiche, i cui risultati sono già ufficiosamente noti anche se saranno ufficializzati solo nei prossimi giorni. Sarà il dato ufficiale appunto, che decreterà il reato da imputare.

Via Signorelli e le vie limitrofe in breve sono diventate un fiume di auto. Il traffico per diversi minuti è andato in tilt, fino all’intervento della municipale. Intanto per l’anziano era stato allertato il Pegaso che lo ha trasportato a Careggi in codice giallo. La donna, che in un primo momento sembrava avesse avuto minori conseguenze, invece è stata trasportata a Le Scotte di Siena in codice rosso per un trauma commotivo.