A tutto libri con un poker d’assi. Festival di big e incontri d’autore. Marcorè apre, Massini intriga

Presentata in Regione la rassegna. A Foiano arrivano i premi Strega Nesi, Raimo, Scarpa. Spazio al trhiller con De Giovanni. Focus attori: Edoardo Leo e Paolo Rossi. Progetto scuola.

Neri Marcorè, Edoardo Leo, Paolo Rossi e i premi Strega Francesco Piccolo, Edoardo Nessi, Veronica Raimo, Tiziano Scarpa e autori di bestseller del calibro di Maurizio de Giovanni, Erri De Luca, Piergiorgio Pulixi e Paolo di Paolo. Sono nomi da champions league quelli del Foiano Book Festival che nella sua quinta edizione cala in tavola i top player, su scala nazionale, del cinema, del teatro e della letteratura. Un’edizione scoppiettante quella organizzata dal Comune di Foiano e presentata ieri in Regione. Prenderà il via il 3 novembre prossimo ed andrà avanti fino al 19 novembre con il taglio del nastro che partirà in quinta con Neri Marcorè, due volte candidato ai David di Donatello noto anche per le sue imitazioni come quelle di Gasparri, Casini, Ligabue e Di Pietro. Firmano la direzione artistica del festival Anna Cherubini e Luca Roccia Baldini.

Il primo weekend, va avanti poi con gli incontri con il giornalista Domenico Iannacone, sabato 4 il giallista Piergiorgio Pulixi, padre del vice questore Vito Strega, e del comico e attore Paolo Rossi, entrambi domenica 5 novembre. La settimana dopo, spazio ancora ai libri con Erri De Luca, Francesco Piccolo, Tiziano Scarpa e Edoardo Nesi che presenteranno i loro scritti al pubblico per poi lasciare spazio, la settimana successiva a due big in due appuntamenti infrasettimanali, martedì 14 e mercoledi 5, targati Stefano Massini, noto al grande pubblico anche per i suoi monologhi su La7, ed Edoardo Leo, tra i volti più celebri, sia come attore che come regista, delle commedie degli ultimi anni.

Per il gran finale non si abbassa l’asticella: e anzi, venerdì 17 è il turno di Maurizio de Giovanni, penna dei Bastardi di Pizzofalcone e del Commissario Ricciardi, entrambi bestseller che hanno spopolato anche in Rai. Poi avanti con Paolo di Paolo, sabato 18 e Veronica Raimo per il gran finale. Senza dimenticare che ci sarà anche spazio per le "penne locali" con Enzo Brogi, Tito Barbini, Andrea Vignini e Paolo Giulierini che incontreranno i loro concittadini nelle giornate della kermesse tra la galleria Furio del Furia e la Carbonaia in cui non mancheranno anche appuntamenti musicali. Grande attenzione anche all’istruzione, con la sezione "Book festival scuole" che porterà Margherita Fenoglio, figlia di Beppe Fenoglio, Alma Petri, vedova del sovrintendente di polizia Emanuele Petri ucciso dalle Br nel 2003, e Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, la cittadina vaticana scomparsa ormai 40 anni fa.

"Il Foiano Book Festival è un esempio di come si può parlare di cultura attraverso i libri e altre forme di spettacolo. Investire in cultura significa investire in libertà e dare alle persone più coscienza critica", ha detto Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale. E il consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli osserva: " Foiano diventa protagonista della scena culturale con la presenza di scrittori, spettacoli e iniziative di grande spessore culturale.

"Un Festival che si è affermato come un appuntamento culturale di assoluto rilievo – ha aggiunto il vicesindaco Jacopo Franci – e lega in maniera coerente la letteratura, la musica, il teatro, il cinema, mettendo insieme scrittori locali ed emergenti con personaggi affermati".